• Sab. Gen 22nd, 2022

Parete. Festa della Tammorra, giovedì 20 aprile la prima tappa

DiThomas Scalera

Apr 18, 2017

PARETE. L’appuntamento per la prima tappa della Festa della Tammorra 2017, è per Giovedì 20 aprile,  alle ore 20,30 in Piazza Berlinguer a Parete. Comincia da qui, come ogni anno, il tour di musiche popolari  alla riscoperta delle tradizioni.  Una tradizione secolare che si rinnova e che si intreccia con un’altra festa che si perde nella notte dei tempi, quella della Madonna di Briano, dove domenica 23 aprile avrà luogo la seconda tappa della festa della Tammorra, con inizio alle 15,00.  La terza tappa, invece, il primo maggio. L’appuntamento è nel Casale di Teverolaccio, a Succivo, con inizio alle ore 20.30. Ospite della serata, il re della Tammurriata, Marcello Colasurdo.   “Finalmente si parte – dice Bruno Lamberti, il presidente di “Carinaro Attiva” che insieme ad altre associazioni locali promuove il tour – comiceremo, come ormai da tradizione, dalla piazza di Parete, per finire, come sempre, nell’ultima tappa, nella piazza di Carinaro, il 24 e 25 giugno prossimo. Siamo arrivati al dodicesimo anno di questa manifestazione che si radica sempre di più nei territori e  che sta sviluppando un vero e proprio movimento culturale e musicale. Invitiamo tutti a partecipare anche alle tappe successive della Festa della Tammorra”. Sul palco  della tappa di Parete,  che si inserisce nell’ambito dei festeggiamenti in onore di Maria SS della Rotonda, la “Paranza Mezzone””, “Popolo vascio” e i “Keipò””.   In piazza saranno allestiti  stand enogastronomici.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru