• Mar. Dic 6th, 2022

Per la Sessana insidiosa trasferta contro il Casal di Principe

Promozione, per la Sessana insidiosa trasferta contro il Casal di Principe

SESSA AURUNCA (di Genesio Tortolano). La quinta giornata del campionato di promozione girone A, propone l’interessante match tra il club biancoazzurro del Casal di Principe e quello gialloblù della Sessana. Parlando dei padroni di casa, visti i risultati negativi precedenti, hanno deciso da pochi giorni per il cambio della guida tecnica della squadra, esonerando il trainer Giovanni Fabozzo e sostituendolo con Antonio Lagravanese, personaggio apprezzatissimo, poichè conosce benissimo l’ambiente essendo una bandiera del calcio casalese. La suddetta partita, si disputerà domenica nel canonico orario delle 15,30, nel catino in erba sintetica del “Comunale” di Lusciano paese limitrofo, vista la perdurante indisponibilità dell’impianto cittadino “dell’Angelo Scalzone”. Il Casal di Principe, giunge al match di turno contro la Sessana, corroborato dal successo esterno con il punteggio di 0 -2 della scorsa settimana in quel di Vitulazio e maturato contro il team rosanero locale guidato da Luigi Mele. Per la squadra casalese, il cambio di tecnico pare abbia sortito i suoi effetti benefici visto che, come abbiamo sottolineato, l’undici biancoazzurro ha violato il campo del sopraccitato Vitulazio. Per inciso, l’impianto di Vitulazio è stato recentemente e sentitamente intitolato dall’amministrazione comunale con in primis il sindaco Raffaele Russo, alla memoria dello storico presidentissimo del club, ci riferiamo al dottor Achille Cuccari, persona affabilissima e stimatissima in ambito sociale, oltre che sportivo, ricoprendo ruoli importanti, sia per quanto concerne la politica cittadina essendo stato sindaco della città vitulatina per più legislature e non solo. Inoltre proverbiale il suo ruolo nelle istituzioni calcistiche e conseguentemente in alti quadri Federali. A ricordare la sua figura, premiando la sua splendida famiglia formata dalla moglie Annita, dai figli Raffaele, Guido e Fabio, dal fratello l’avv Domenico Cuccari e dall’amato nipote Riccardo con un attestato di Benemerenza FIGC alla carriera, è stato il presidente del suddetto massimo organo calcistico nazionale Gabriele Gravina ed il presidente della LND Giancarlo Abete. Tale cerimonia di premiazione è avvenuta per la precisione all’Hotel Hilton di Roma. Ritornando a parlare di questioni squisitamente calcistiche come l’odore dell’erba del campo ed una sfera che rotola riferendoci al match di domenica, la Sessana vi arriva dal pareggio casalingo con il risultato di 1 – 1 scaturito allo stadio “Ernesto Prassino”, contro la capolista del raggruppamento e cioè la formazione biancoazzurra del Castel Volturno del presidente Gaetano Ambrosca, al termine di una partita vibrante e ben giocata da entrambe le squadre. La Sessana allenata da Marco Incoronato, per questo incontro esterno con il Casal di Principe, deve rinunciare al centrale di difesa Vincenzo Noviello, appiedato dal giudice sportivo dopo l’espulsione contro il Castel Volturno, che sarà sostituito egregiamente dal roccioso, nonchè sessano doc Giovanni Esposito. Nel contempo conta di recuperare l’acciaccato attaccante Francesco Di Palma, quest’ultimo possiede caratteristiche differenti rispetto alle altre punte presenti in rosa.    

Print Friendly, PDF & Email
Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale