• Lun. Ott 25th, 2021

Piedimonte Matese. Consorzio di Bonifica Sannio Alifano, convocato il Consiglio dei Delegati

DiThomas Scalera

Gen 29, 2016

34479795_piedimonte-matese-carabinieri-presso-la-sede-del-consorzio-di-bonifica-sannio-alifano-0
PIEDIMONTE MATESE. Approda in Consiglio dei Delegati il conto consuntivo 2014 del Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano. Per il pomeriggio di oggi, presso la sede di Piedimonte Matese, il Presidente Prof. Pietro Andrea Cappella ha convocato i 35 consiglieri, di cui 25 elettivi rappresentanti del vasto bacino che oltre al Matese e al Monte Maggiore, comprende anche la piana di Vairano e Presenzano e la Valle Telesina, ed i 10 di diritto quali delegati della Regione Campania e delle province di Caserta, Benevento e Avellino, per l’esame e l’approvazione finale del rendiconto della gestione finanziaria attuata nel penultimo anno dall’Ente consortile e chiusasi con un disavanzo di amministrazione minimo. Un risultato comunque positivo ed in linea con il trend di riduzione delle perdite di esercizio avviato, unitamente alla cura dimagrante sulle spese e sui costi di funzionamento, negli ultimi tre anni dall’amministrazione guidata dal presidente Cappella, insediatasi nel maggio 2011 e da subito messasi al lavoro per tagliare le spese superflue, tanto che già il consuntivo di quattro anni fa si era chiuso quasi in pareggio, con un disavanzo di amministrazione pari a poco più di 120 mila euro rispetto al milione e 100 mila euro dell’anno ancora prima, mentre il rendiconto 2012 aveva fatto segnare addirittura il segno più con un avanzo di 740 mila euro grazie al recupero di alcune somme dall’Inps erroneamente versate negli anni antecedenti l’arrivo della nuova amministrazione, invertendo così la rotta rispetto al passato. Sforamento che è stato azzerato nel tempo tanto che oggi il Consorzio chiude i conti del 2014, così come avvenuto per l’anno precedente, limitando al massimo il disavanzo, determinato anche da interessi maturati e pagati sulle anticipazioni di cassa alle quali l’Ente è dovuto ricorrere a causa dei ritardi nel trasferimento dei fondi da parte della Regione Campania. Proprio grazie anche alle misure di contenimento dei costi attuate dalla deputazione amministrativa presieduta da Cappella, che con il forte e convinto sostegno della maggioranza tutta dell’assemblea, è riuscita ad imprimere una svolta radicale nel modo di gestire finanziariamente l’Ente di viale della Libertà, è stata perseguita una politica di forte rigore e di profonda razionalizzazione dei costi di funzionamento della struttura che ha consentito di ripianare una parte dei debiti attraverso una oculata gestione delle casse consortili. All’ordine del giorno della seduta odierna, anche altri argomenti quali l’approvazione definitiva del Pov, il piano di organizzazione variabile del persone e degli uffici interni, la presa d’atto delle dimissioni da componente della deputazione presentate da Giovanni Leggiero e la sua sostituzione con il consigliere di Caiazzo Antonio Della Rocca, un avvicendamento questo già previsto ad inizio mandato.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru