• Dom. Ott 17th, 2021

Piedimonte Matese. Consorzio di Bonifica Sannio Alifano, gli atti vandalici rischiano di compromettere la stagione irrigua

DiThomas Scalera

Gen 6, 2016

consorzio_sannioalifano
PIEDIMONTE MATESE. Scatta l’emergenza al Consorzio di Bonifica Sannio Alifano di Piedimonte Matese. Infatti si cerca di porre un argine ad una sequela di atti vandalici che rischiano di compromettere addirittura la prossima stagione irrigua, ciò stante quanto emerge dal report annuale del gestore degli impianti. Si è reso necessario quindi, assumere due dipendenti stagionali, che hanno il compito in due mesi, di disinstallare tutta la strumentazione di telerilevamento per evitare furti e danneggiamenti. Dopo 36 mesi di gestione è scaduto infatti l’appalto che aveva affidato all’Ati Gavazzi – Cogen il servizio di manutenzione “full service” degli impianti e della trasmissione dei dati. Il telecontrollo e l’automazione della rete irrigua consortile è stato un intervento finanziato dal Por Campania 2000-2006. I costi totali del mantenimento sono risultati per l’annualità 2012-13 pari a 213.117 euro; per il 2013-14 ammontano a 150.005 euro e per il 2014-15 a 80.746 euro. Ora il report, approvato dalla deputazione amministrativa riunita a fine anno e presieduta da Pietro Andrea Cappella, ha evidenziato appunto alcune criticità. In primo luogo il funzionamento discontinuo dei gruppi di consegna automatizzati che, in modalità manuale, non consente di conoscere quale utente stia irrigando e quanto consumi, con la conseguente impossibilità di applicare una tariffazione a consumo. Tutto questo provoca alti costi di manutenzione – come si evince nel documento – e all’origine, il funzionamento manuale e non automatizzato dipende “dai noti atti vandalici, furti e manomissioni delle apparecchiature consortili”. Da qui le indicazioni del gestore che scrive: “È necessario che l’amministrazione prenda al più presto decisioni per concrete azioni di contrasto a tali fenomeni che, oltretutto, a partire dalla stagione irrigua 2016 comporteranno disservizi e costi a carico del bilancio del Consorzio”. Essendo scaduta a novembre scorso la convenzione col gestore, lo smontaggio e il ricovero delle apparecchiature che in passato sono state oggetto di atti vandalici grava sul Consorzio. Per tale motivo il presidente Cappella è stato autorizzato dalla deputazione amministrativa ad assumere due unità di personale per due mesi.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru