• Lun. Ott 18th, 2021

Piedimonte Matese. Lavori all'ex macello, la ditta incaricata è ancora senza il certificato antimafia

DiThomas Scalera

Gen 8, 2016

piedimonte-matese-ex-macello-02
PIEDIMONTE MATESE. Non sono stati sufficienti 45 giorni per ottenere, dalla Prefettura di Caserta, un certificato antimafia per una ditta che ha concorso, vincendo, ad una gara milionaria per il rifacimento delle fognature. Eppure l’impresa in questione è arcinota per essere destinataria di altri importanti lavori in città e altrove, tra cui l’ex macello. L’iter per l’appalto è iniziato dal giugno 2014. Un anno e mezzo dopo, il 30 dicembre 2015, con determina del responsabile del settore Lavori e Servizi pubblici del Comune di Piedimonte Matese, la gara è aggiudicata definitivamente. Si tratta di realizzare collettori fognari per le aree periferiche, sistemare e adeguare i tratti alloggiati nei canali torrentizi del Torano e altri affluenti del centro città. Nove i concorrenti, uno il vincitore, con un ribasso dell’8%, che si aggiudica i lavori per 1.285.791 euro: la Av Costruzioni di Casapesenna. Nel frattempo sono stati acquisiti tutti i certificati previsti dalla legge sia della ditta aggiudicataria, sia di quella ausiliaria: fallimentare, casellario giudiziario,carichi pendenti, certificazione Agenzia delle Entrate, camerale e Durc. Tranne uno: la comunicazione antimafia, richiesta – come si evince dalla determina – il 21 ottobre 2015. “A tutt’oggi – si legge – superati invano oltre 45 giorni, l’Ente non ha ricevuto alcuna comunicazione antimafia”. È arrivata, invece, quella per la ditta ausiliaria dalla Prefettura di Padova. Ai sensi della normativa vigente, tuttavia, la possibilità di stipulare il contratto d’appalto c’è sebbene sottoposto a condizione risolutiva ope legis “nell’eventualità –si scrive – che da controlli successivi emergano situazioni ostative.”

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru