• Lun. Ott 18th, 2021

Piedimonte Matese. Protezione Civile, due volontari partono per i centri terremotati

DiThomas Scalera

Set 8, 2016

protezione-civile-piedimonte
PIEDIMONTE MATESE. Un nuovo importante riconoscimento va ad aggiungersi a quelli già conseguiti dalle donne e dagli uomini del Gruppo Comunale dei Volontari di Protezione Civile di Piedimonte Matese: quest’oggi, a seguito di attivazione da parte della Sala Operativa della Protezione Civile della Regione Campania, due volontari in forza al predetto Gruppo sono partiti per prestare la loro opera in aiuto alle popolazioni del Centro Italia colpite dal recente, forte sisma del 24 agosto scorso.
I due volontari, in un equipaggio composto da un uomo e una donna così come specificatamente richiesto dalle autorità preposte, saranno impiegati nel campo di accoglienza gestito dalla Regione Campania ad Arquata del Tronto (AP), uno dei centri maggiormente colpiti dal catastrofico sisma.
I compiti operativi saranno loro assegnati in funzione delle necessità degli ospiti del campo e comunque sempre sotto la supervisione diretta di un funzionario del sistema di Protezione Civile regionale, sul posto in qualità di direttore della struttura.
Ai due volontari impiegati in questa impegnativa missione, va l’orgoglioso ringraziamento del sindaco, nonché responsabile cittadino di Protezione Civile, Vincenzo Cappello, dell’Amministrazione Comunale, dei loro colleghi volontari e della comunità civica piedimontese e matesina, anche stavolta distintasi per la solidarietà e la generosità dimostrata nella raccolta di beni per il primo soccorso, scattata nelle ore immediatamente successive al sisma.
Già la settimana scorsa, infatti, è stato possibile trasportare nel comune di Avezzano (AQ) il materiale raccolto a Piedimonte, che è stato poi da lì indirizzato verso le zone del disastro in base alle necessità.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru