Lun. Set 23rd, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Pietramelara. Al via il Servizio Civile Universale: finalità e regole per le candidature

3 min read

Un’opportunità per i giovani tra i 18 e i 28 anni

Tutte le informazioni utili

PIETRAMELARA. Il Comune ha ottenuto l’accreditamento al Servizio Civile Universale da parte della Presidenza del Consiglio Dei Ministri per il tramite del Consorzio cui aderisce sul tema “Il Comune per l’Ambiente”.

Le domanda per potere candidarsi a prendere parte, come volontario, al programma di Servizio Civile Universale dovranno essere presentate entro il 10 ottobre 2019 alle ore 12.

Possono presentare domanda di candidatura tutti i ragazzi e ragazze che hanno un età compresa tra i 18 e i 28 anni.

Il progetto avrà una durata di 12 mesi per un numero massimo di 25 ore settimanali. Ad ogni ragazzo che prenderà parte al progetto gli sarà riconosciuto un contributo di 439 euro mensili.

La Presidenza del Consiglio ha previsto un sistema telematico per la candidatura dei volontari attraverso la piattaforma DOL (Domande On Line) e prima di potersi candidare è necessario essere in possesso delle credenziali SPID (Sistema Pubblico d’Identità Digitale) che possono essere richieste in vari modi: le istruzioni per ottenere le credenziali possono essere reperite seguendo il link fornito dalla Presidenza del Consiglio https://domandaonline.serviziocivile.it. che offre la “guida per la candidatura” con l’illustrazione di tutto l’iter da svolgere per potersi candidare senza commettere errori.

Inoltre, la Presidenza del Consiglio Dei Ministri ha introdotto, ai fini della selezione, regole fondate sul merito: la scelta dei candidati avverrà attraverso una selezione basata sul proprio curriculum di studio e professionale.

L’intervento dell’Amministrazione comunale

“Il progetto presentato dal Comune di Pietramelara presso la Presidenza del Consiglio è rivolto al rafforzamento della sensibilità ed educazione ambientale elevato ad obiettivo strategico del nostro Comune.
Naturalmente si richiede, per ottenere risultati in questo contesto, un profondo cambio di mentalità di tutti i cittadini, delle istituzioni, delle imprese cominciando, tutti insieme, un nuovo percorso educativo sui giovani: “per educare un bambino occorre l’intero villaggio” (proverbio di una tribù africana).
I 6 giovani che saranno selezionati, dopo un percorso di formazione, presteranno servizio attivo presso il Comune e saranno impiegati in una capillare attività di promozione della prevenzione e della minimizzazione dei rifiuti, puntando sul rafforzamento della cultura ambientale rivolta alla massimizzazione del riciclaggio e del recupero.
Ogni cittadino diventi un attore protagonista nella tutela dell’ambiente in cui vive.

Con il nostro progetto, da un lato, si vuole offrire alle giovani generazioni, attraverso il Servizio Civile Universale, un’esperienza altamente formativa di crescita personale, etica e professionale, e dall’altro, costruire una “cultura del servizio e della partecipazione” di tutti alla costruzione del bene comune, favorendo la socializzazione verso comportamenti più responsabili.
Saranno monitorati i percorsi naturalistici provinciali e comunali per verificare l’esistenza di luoghi di abbandono di rifiuti, con una nuova logica di cooperazione territoriale tra gli enti coinvolti per ridurre condotte illecite di abbandoni incontrollati di rifiuti.
Saranno allestite, sul nuovo sito istituzionale dell’Ente, (attualmente in via di costruzione) delle apposite sezioni contenenti informazioni relative agli eventi sui temi dell’ambiente che saranno organizzati.

Questa della adesione e approvazione del progetto nel nuovo Servizio Civile Universale potrà essere per Pietramelara un’occasione per provare a fare un “salto in avanti” prendendo tutti finalmente coscienza che “non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli” (Proverbio).
Noi apparteniamo alla terra, come ogni forma di vita, piante e foreste, frutti e fiori, fiumi, monti e animali d’ogni specie: San Francesco la chiamava “sorella e madre, che ci governa e dà sostentamento”: difendiamola con ogni mezzo”
.

L’Amministrazione comunale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open