Ven. Nov 22nd, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Pietramelara. Amministrazione Di Fruscio, cresce il malcontento dei cittadini. Ecco alcuni motivi

4 min read

Pasquale Di Fruscio

EVENTI IN EVIDENZA
Pasquale Di Fruscio

PIETRAMELARA. Cresce il malcontento dei cittadini nei confronti dell’Amministrazione Di Fruscio.

E’ quello che si avverte a Pietramelara negli ultimi tempi.

Da giugno 2017 ad oggi, la maggioranza guidata dal sindaco Pasquale Di Fruscio pare abbia deluso le aspettative di molti pietramelaresi. Per altri cittadini, invece, diverse scelte da parte dell’Amministrazione comunale sono state discutibili oppure poco apprezzate.

Ecco alcuni motivi dei malumori:

Viabilità

Una delle prime mosse dell’Amministrazione comunale dopo poche settimane dall’insediamento. Con la delibera n. 46 del 29 luglio 2017 avente ad oggetto ‘Segnaletica stradale ed interventi di miglioramento della sicurezza stradale’ furono apportate delle modifiche alla viabilità comunale.

Tra gli altri interventi effettuati ricordiamo: l’istituzione del senso unico di circolazione in viale Europa dall’incrocio di via Kennedy sino a piazza Mazzini in direzione di quest’ultima e contestualmente l’istituzione del senso unico di circolazione in via Giovanni XXIII in direzione di via Zurigo e del senso unico di circolazione in via Kennedy con direzione di viale Europa, consentendo comunque la svolta da via Garibaldi a via Giovanni XXII; quest’ultimo intervento congiuntamente all’installazione di dissuasori di sosta in viale Europa dall’intersezione con via Kennedy sino a piazza Mazzini, sul tratto di strada lato sinistro in direzione di marcia di piazza Mazzini in parte privo di marciapiede, finalizzato a garantire un percorso pedonale alle persone e agli alunni delle scuole adiacenti.

Questi interventi, però, non sono piaciuti a tutti i cittadini. Soprattutto a quelli del quartiere svizzero: i residenti lamentano ancora oggi che le strade del quartiere sono strette, prive di marciapiedi e si intersecano con una serie di incroci pericolosi, teatro anche di incidenti.

Critiche sono state mosse anche per i vari dossi e i paletti installati in vari punti del paese.

Insomma, le modifiche alla viabilità comunale pare che abbiano creato più disagi che benefici a Pietramelara.

Fondi persi

115 milioni di euro è la somma complessivamente stanziata dalla Regione per il rifacimento delle strade di collegamento dei comuni della provincia di Caserta. Nell’elenco dei comuni destinatari del finanziamento in autunno non figurava, però, Pietramelara.

4.450.736 euro, invece, è la somma che il Ministero dell’Interno ha stanziato per la videosorveglianza in Campania. Al momento, per la provincia di Caserta sarà finanziata l’installazione di impianti di videosorveglianza in 18 Comuni tra quelli che hanno ottenuto il maggior punteggio nella graduatoria degli interventi ammissibili, per un importo complessivo di 3.650.569,75 euro. E Pietramelara, per adesso, non beneficerà di questo finanziamento.

Dunque, fondi persi sia per il rifacimento delle strade che per la videosorveglianza. Viabilità e sicurezza rimangono questioni ancora irrisolte a Pietramelara.

Mercato domenicale

Sono molti i cittadini che non lo preferiscono nel centro storico. Da poco più di un anno, infatti, il mercato è tornato in paese. Non tutti però sono entusiasti di questo cambiamento. La decisione di spostare il mercato dall’area predisposta in via Mancini al cuore del paese è stata dettata dall’esigenza da parte dell’Amministrazione comunale di rivitalizzare il mercato stesso che viveva una situazione di sofferenza e di cercare di non far ‘morire’ il centro storico, sempre più spopolato. Molti cittadini sono favorevoli e contenti di questa decisione. Anche se non proprio tutti sono di questo avviso. Oltretutto, il ritorno del mercato domenicale in paese ha creato e continua a creare dei disagi alla viabilità. Senza considerare le difficoltà ai residenti del centro, le strade ostruite dagli ambulanti e dai venditori in caso di eventuali emergenze e i rifiuti prodotti dai commercianti che in alcune domeniche possono rimanere in zona anche molte ore prima di essere raccolti. Insomma, dal parere e dagli umori dei cittadini, il mercato domenicale nel centro storico non piace quasi a nessuno. E, forse, non è mai piaciuto del tutto.

La maggior parte dei pietramelaresi spinge per un ritorno del mercato domenicale all’area mercato in via Mancini. I motivi per il quale molte persone preferiscono il mercato in questa zona anziché nel centro storico sono diversi, tra cui: più possibilità di trovare parcheggio, meno caos e confusione rispetto al centro del paese, maggiore comodità grazie ad un’area molto più raccolta. In strada e anche sui social sono nati diversi dibattiti, con decine e decine di pareri e opinioni. In conclusione, i cittadini non hanno dubbi: “Preferiamo l’area mercato al centro storico”.

L’Amministrazione comunale decise di spostare il mercato per il periodo natalizio (tra il 2017 e il 2018) e deliberò dopo qualche settimana di indire un referendum sul tema. Il referendum si terrà in primavera: la data scelta è quella del 7 aprile. Ma, oltre al mercato domenicale nel centro storico, anche il referendum comunale non sembra entusiasmare i cittadini.

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close