CoronavirusfotografiaLavoroNewsPietramelara

Pietramelara. Coronavirus, l’appello di Palazzo: “Noi fotografi dimenticati”

Lo sfogo di Raffaele Palazzo, fotografo di Pietramelara: “Sono molto arrabbiato”

PIETRAMELARA. “Ignorati e messi nel dimenticatoio dalle istituzioni. Mi auguro che il messaggio arrivi forte e chiaro!”. E’ l’appello lanciato sui social da Raffaele Palazzo, noto fotografo di Pietramelara. Il libero professionista lamenta il fatto che la categoria dei fotografi non sia stata sostenuta e lo fa attraverso un video pubblicato su Facebook.

A fine marzo il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, ha firmato il decreto interministeriale che fissa le modalità di attribuzione dell’indennità riconosciuta dal comma 2 dall’art. 44 del decreto Cura Italia (Istituzione del Fondo per il reddito di ultima istanza a favore dei lavoratori danneggiati dal virus COVID-19). Il sostegno al reddito dei lavoratori autonomi e professionisti iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria, danneggiati dall’emergenza Coronavirus, è costituito da un’indennità per il mese di marzo pari a 600 euro.

Il decreto stabilisce che questo importo sarà riconosciuto: a) ai lavoratori che abbiano percepito, nell’anno di imposta 2018, un reddito complessivo non superiore a 35mila euro; b) ai lavoratori che, sempre nell’anno di imposta 2018, abbiano percepito un reddito complessivo compreso tra 35mila e 50mila euro e abbiano cessato, ridotto o sospeso la loro attività autonoma o libero-professionale di almeno il 33% nel primo trimestre 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019, sempre a causa del virus COVID-19. Le domande per l’ottenimento dell’indennità possono essere presentate da professionisti e lavoratori autonomi presso gli enti di previdenza ai quali sono iscritti.

Nonostante le domande effettuate sul sito dell’Inps, ad oggi molti lavoratori autonomi e professionisti ancora non hanno ricevuto i famosi 600 euro. Purtroppo la burocrazia ritarda i processi e rischia di provocare ulteriori problemi. Proprio oggi il premier Giuseppe Conte ha scritto su Facebook: “Ci sono stati e ancora continuano alcuni ritardi nelle somme da erogare, come pure complicata si sta rivelando la partita dei finanziamenti. Chiedo scusa a nome del Governo, e vi assicuro che continueremo a pressare perche’ i pagamenti e i finanziamenti si completino al più presto”. I lavoratori attendono, fotografi compresi.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Andrea De Luca
La rassegna

    Comments are closed.