Sab. Ago 24th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Pietramelara. Elezioni amministrative, Piscitelli: “Non bisogna votare per simpatia, ma la lista che vuole impegnarsi”

2 min read

PIETRAMELARA. Qualche riflessione sul prossimo voto amministrativo a Pietramelara.

Dopo il fallimento dell’esperienza giovanile “Pietramelara punto e a capo” (e………..di questo sono profondamente dispiaciuto), dopo tante peripezie e trasformismi , gli elettori sono chiamati a scegliere tra due liste, capeggiate da due professionisti, degni di rispetto, ex amministratori decennali, con la voglia dichiarata di rinnovare Pietramelara.
E’ certo che la vittoria di una lista non dipenderà molto dal “programma”, ma dal peso di ogni candidato soprattutto in termini di consensi personali e familiari.
E’ brutto ragionare così, ma credo, che oggi per quanto è accaduto, sia la realtà.
A parte il comizio della lista “Per Pietramelara Unione & Solidarietà”, tutto si muove sottotono, e per intrecci familiari e anche per interessi particolari, la gran parte degli elettori sta a guardare, evitando di esporsi e aumentando l’incertezza dell’esito del voto.
Quale lista votare? A chi la preferenza nella lista?
Ritengo che non bisogna votare d’istinto, per simpatia o per interesse spicciolo, ma votare la lista che ha le carte in regola per impegnarsi seriamente su pochi, concreti e qualificanti punti di un “programma di sviluppo”:
– unire la popolazione e non dividerla ulteriormente, sostenendo una solidarietà concreta e non di facciata (…..per capirci non come quella praticata con una mentalità medievale o di carità);
– porre in essere tutte le iniziative economiche e culturali per favorire l’inserimento culturale e produttivo dei giovani ( i pensionati e gli anziani a Pietramelara non stanno male, basta anche Piazza S.Rocco; sono i giovani che non sanno dove andare a parare………….….);
– far crescere l’economia locale, sostenendo e valorizzando le sue risorse storico-ambientali, umane, professionali e imprenditoriali ( iniziative e lavoro devono essere investite a Pietramelara, per quanto è possibile) ;
– far funzionare i servizi comunali essenziali, operando una profonda trasformazione nell’ organizzazione della macchina amministrativa ( via rendite di posizione e rinnovamento gestionale………..e non posso dire altro).
Per chi non l’avesse ancora capito i problemi da affrontare sono veramente seri e impegnativi. Non basta vincere soltanto. Il giorno dopo bisogna lavorare seriamente e con coerenza, pena il rapido dissolvimento dell’amministrazione e un nuovo danno per un paese……… alla ricerca di un vero rilancio.

Mario Piscitelli

Potrebbe interessarti

Open