• Mer. Mag 18th, 2022

Esercitazione congiunta tra CNSAS Campania e Nucleo di Protezione Civile di Pietramelara

Il giorno 5 settembre 2021 si svolgerà una esercitazione congiunta tra CNSAS Campania ed i volontari della locale Protezione Civile di Pietramelara.
Lo scenario prevede una simulazione di ricerca per una persona dispersa nel versante Nord del Monte Maggiore.
Le operazioni verranno dirette da un CCR (centro di coordinamento ricerche) presso la via panoramica per Rocchetta https://goo.gl/maps/FaVxWYaL3ziHbKCK8 ed avranno inizio alle ore 8.00.
Alle operazioni parteciperà il 6° Reparto Volo della Polizia di Stato di istanza a Napoli, con l’ausilio di un elicottero tipo AB 212.
La chiusura dell’esercitazione è prevista per le ore 15.00

Il soccorso alpino, la nostra storia…

Il soccorso alpino trae certamente origine dall’innato spirito di solidarietà delle genti di montagna, ma si sviluppa in modo organizzato soltanto in tempi moderni, con la crescita della frequentazione della montagna a scopo turistico, sportivo o ricreativo.
La sensibilità dell’attuale Amministrazione Civica, che ha assegnato la struttura e reso possibile l’instaurazione della prima sede operativa del Soccorso Alpino e Spelelogico nell’area Nord della Regione Campania, che, beneficiando della centralità di Pietramelara, garantirà un presidio fisso e celere per le emergenze nell’area vasta del triangolo orografico tra i Parchi dei Monti Trebulani, del vulcano di Roccamonfina e del Matese.

L’attuale struttura del C.N.S.A.SCorpo nazionale soccorso alpino e speleologico – nasce il 12 dicembre 1954, ed è una Sezione Particolare del C.A.I Club Alpino Italiano, dotata di un proprio Atto Costitutivo, uno
Statuto e un Regolamento Generale.
L’organizzazione è articolata in Servizi Regionali, coordinati da una Direzione Nazionale.
Ogni Servizio Regionale si articola in Delegazioni (alpine o speleologiche), che a loro volta sono costituite da più Stazioni.

Gli oltre 7000 operatori del C.N.S.A.S sono tutti alpinisti o speleologi di provata esperienza o capacità, in possesso delle nozioni di base di soccorso sanitario.
La specifica preparazione e il costante aggiornamento sono la garanzia di un’elevata professionalità, che si esplica in caso di soccorso in ambiente disagiato, impervio od ostile.

Il C.N.S.A.S interviene per tutti gli incidenti che possono verificarsi nel corso di attività escursionistiche o alpinistiche (speleologiche (grotta), speleosubacquee (grotte allagate, laghi di montagna), torrentistiche (forra e canyon), in caso di calamità naturali (valanghe, alluvioni, terremoti ecc.), per arresto di impianti a fune (seggiovie, funivie ecc.), ma anche per eventi ordinari che si verificano in luoghi difficilmente raggiungibili dalle normali équipes sanitarie.

La Sede Operativa concessa dal Comune di Pietramelara custodisce le attrezzature di pronto intervento sia terrestre che di supporto aereo, e funge anche da punto di incontro con il locale nucleo di Protezione Civile
operante sul Territorio

Nel 1969 il Corpo viene insignito della medaglia d’oro al valor civile.

Nel 2001, la Legge 74/2001 riconosce al CNSAS la funzione di Servizio di pubblica Utilità.

Di seguito parte dello Statuto:
Il C.N.S.A.S. libera associazione nazionale, apolitica, apartitica e senza fini di lucro, è un’Organizzazione di Volontariato ai sensi del D.Lgs 3/7/17 n.117.

Il C.N.S.A.S. è incaricato di svolgere ed attua un pubblico servizio ed un servizio di pubblica utilità, perseguendo finalità di solidarietà sociale con l’obbiettivo primario di garantire il soccorso sanitario, il soccorso tecnico e le attività di protezione civile così come espressamente previsto dalla Legge.

Scopi del C.N.S.A.S , sono:

a) effettuare gli interventi di ricerca e soccorso, recupero e trasporto sanitario e non sanitario degli infortunati, dei pericolanti e dei soggetti in imminente pericolo di vita, nonché di quelli a rischio evolutivo
sanitario, dei dispersi e degli scomparsi, il recupero e il trasporto dei caduti in ambiente montano, ipogeo e in ogni altro ambiente ostile ed impervio del territorio nazionale, in stretta collaborazione con il Sistema
di emergenza-urgenza sanitaria delle Regioni
e delle Province autonome per le quali lo stesso C.N.S.A.S. rappresenta “riferimento esclusivo” per l’attuazione del soccorso sanitario ai sensi dell’art. 2, comma 2 della Legge 21 marzo 2001, n. 74;
b) effettuare, quale struttura nazionale del Servizio nazionale della protezione civile ai sensi dell’art. 13, comma 1, lettera e) del D.Lgs. 2 gennaio 2018, n. 1, gli interventi di ricerca, soccorso, recupero e
trasporto in caso di emergenze o calamità nell’ambito delle proprie competenze
istituzionali e degli obblighi di legge previsti, nonché coadiuvare il Servizio stesso nella tutela dei beni artistici e culturali;
c) informare, formare, addestrare e aggiornare il socio nell’ambito delle normative vigenti in materia, degli indirizzi e delle direttive impartite dall’Assemblea nazionale, dalla Direzione nazionale e dalle Scuole nazionali del C.N.S.A.S.;
d) curare, per quanto di competenza, la formazione, l’aggiornamento e la verifica del personale del Servizio sanitario nazionale secondo quanto disposto dalla Legge 21 marzo 2001, n. 74;
e) attuare la prevenzione e la vigilanza degli infortuni nell’esercizio delle attività alpinistiche, sci-alpinistiche, escursionistiche e degli sport di montagna, delle attività speleologiche e di ogni altra attività connessa alla frequentazione a scopo turistico, sportivo, ricreativo e culturale, ivi comprese le attività professionali, svolte in ambiente montano, ipogeo e in ambienti ostili e impervi del territorio nazionale;
f) creare, implementare, sviluppare tecniche e tecnologie, materiali ed attrezzature, dispostivi di vario genere e natura espressamente rivolti a potenziare ed ottimizzare la propria attività;
g) collaborare con gli Enti e le Amministrazioni dello Stato, con Enti nazionali e locali, con soggetti pubblici e privati, per il raggiungimento delle finalità d’istituto di cui ai punti precedenti, anche attraverso la stipula di contratti, convenzioni, protocolli e atti di indirizzo;
h) aderire o associarsi ad associazioni, fondazioni, organismi nazionali e internazionali che non siano in contrasto con le finalità di cui ai punti precedenti e che non ne limitino l’autonomia.
Il C.N.S.A.S., direttamente o per tramite dei Servizi regionali e provinciali, attua quanto previsto nei punti precedenti attraverso la stipula di specifici contratti, convenzioni e protocolli con il Servizio sanitario nazionale, regionale o provinciale, con le strutture della Protezione civile nazionali, regionali o provinciali, con Enti pubblici e privati e con soggetti privati.

Soccorso alpino e speleologico della Campania
C.N.S.A.S

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa