• Mar. Ott 19th, 2021

Pietramelara. Il paese non è un autodromo. Andate piano, per favore

Corse in macchina a tutte le ore, anche di notte

PIETRAMELARA. Mi ero appena messo sul letto. “Vroooooom!”: l’ennesima auto sfrecciante disturba la mia quiete. Ci risiamo. Anche stanotte si dorme male, e non solo per l’afa tenebrosa e le solite zanzare. Dopo qualche minuto, un altro bolide sfreccia sotto casa e fa tremare la finestra della mia camera. Credo andasse a 100 all’ora, senza esagerare.

Ogni estate è la stessa storia. Si è sempre corso in macchina, sia chiaro, ma da qualche tempo è diventata una pratica costante. Auto e moto corrono a tutte le ore del giorno e della notte per le strade del paese. Pietramelara sembra diventato un autodromo.

Come mai il piede preme sull’acceleratore? Adrenalina al volante? Fretta? Voglia di imitare il proprio idolo di Formula 1 o Rally? Tutto può essere. Senza tralasciare aspetti caratteriali e mentali, ma io non sono uno psicologo e quindi faccio solo qualche ipotesi.

Al di là delle motivazioni per le quali si corre, (ri)faccio un appello semplicissimo: andate piano, per favore. E non soltanto perché non ci fate dormire la notte. Soprattutto perché basta un attimo di distrazione o una manovra azzardata per fare male a sé stessi e agli altri.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Andrea De Luca

La rassegna