Mar. Ott 22nd, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Pietramelara. ‘La Via Francigena nell’Alta Terra di Lavoro’, svolto il convegno. Il resoconto

4 min read
EVENTI IN EVIDENZA

PIETRAMELARA. Lo scorso giovedì 6 aprile alle ore 16.30 nel Salone Re Ferdinando del Palazzo Ducale Caracciolo-Paternò di Pietramelara si è tenuto il convegno ‘La Via Francigena nel quadro degli itinerari culturali europei e per lo sviluppo sostenibile’, seminario aperto al pubblico. Il Sindaco di Pietramelara dott. Luigi Leonardo ha aperto i lavori porgendo il saluto di benvenuto ai partecipanti, in particolare agli esponenti delle Associazioni presenti e ai Rappresentanti dei Comuni che hanno sottoscritto una lettera d’intenti per tracciare e sviluppare il tratto Variante Francigena Av, definito dalla Regione Campania. Questa variante collega l’Appia e la Francigena subappenninica (che scende da Roma sino a Veroli e Montecassino per poi proseguire verso Alife e Benevento) passando per Carinola, Teano, Rocchetta e Croce, Riardo, Pietramelara, Roccaromana, Baia e Latina Dragoni ed Alife. Ha altresì evidenziato la necessità di “fare rete” tra Comuni e Associazioni  su un progetto di territorio che contempli il restauro e la fruibilità dei  monumenti per potenziare l’economia del territorio. Il Sindaco di Roccaromana Prof.ssa Anna De Simone ha ulteriormente motivato necessità ed urgenze di sinergie e di programmazione, in un quadro agile ed efficiente, ed ha illustrato la bozza di Associazione Temporanea di Scopo “INTESA FRANCIGENA DELL’ALTA TERRA DI LAVORO”, che ha consegnato al vaglio dei colleghi Sindaci. A seguire il saluto del Presidente dell’Ordine degli Architetti, Paesaggisti, Pianificatori e  Conservatori della Provincia di Caserta, Arch. Salvaore Freda, che ha assicurato l’interesse della Categoria alla corretta e partecipata pianificazione e tutela del Territorio, ed al restauro e valorizzazione dei Monumenti.Il Sindaco di Dragoni e Presidente della Provincia Silvio Lavornia ha sostenuto che solo la condivisone di finalità, obiettivi programmi, può assicurare il futuro dell’Alta Terra di Lavoro, la parte  più paesaggisticamente intatta e bella della Campania Occidentale, con la riscoperta e messa a sistema di una miriade di siti archeologici e medievali, e con la promozione dell’enogastronomia. L’Avv. Domenico Caiazza, Presidente del Centro Studi sul Medioevo di Terra di Lavoro e in tale veste da anni propugnatore dell’Itinerario Francigeno sub appenninico ha poi, con l’ausilio di diapositive, illustrato la Francigena nel quadro dei 32 Itinerari del Consiglio d’Europa. Si tratta di viaggi nel tempo e nello spazio nei quali diversità e ricchezza culturale dei Pesi Europei sono intesi come inestimabile patrimonio culturale sociale ed economico. Gli itinerari promuovono il turismo culturale ed economico in sintonia con lo sviluppo sostenibile. Ha quindi illustrato percorso e storia degli itinerari francigeni che da Canterbury e dalla Danimarca confluendo in Toscana portano a Roma, nonché le iniziative  per prolungarli sino alla Puglia. Ha quindi sinteticamente illustrato i tesori paesistici, archeologici, monumentali sulla tratta dell’Intesa Francigena, e le possibiltà di sviluppo, sulla scorta delle esperienze e sensibilità altrove già maturate, che possono servire a sviluppare una nuova cultura delle risorse e dell’accoglienza con benefiche e durature ricadute economiche. L’ing. Antonio Bonacci ed il dr. Giuseppe Gallina dell’Associazione Festina Lente e Venticontrario hanno concordato nell’ottica di un turismo lento informato consapevole e manifestato, come il dr. Francesco Sabatino della Pro Loco di Pietramelara,  la  convinta disponibilità di partecipare alla valorizzazione della Francigena. Il Sindaco di Baia e Latina dott. Giuseppe di Cerbo, il Vice Sindaco di Alife dr. Luca Sasso, e l’assessore alla Cultura  e turismo di Teano, dottssa Gemma Tizzano, il Sindaco di Rocchetta e Croce, dr. Salvatore Geremia, hanno poi, sulla scorta della comunicazione scientifica dell’Avv. Caiazza manifestato la volontà di procedere velocemente sia a formalizzare l’Intesa Francigena, sia a ulteriori attività per informare-motivare-includere associazioni culturali, sportive, Pro Loco, e Singoli che amino il turismo lento informato consapevole. In particolare, dopo questo seminario-conferenza istituzionale, rivolto agli amministratori, ma aperto a chiunque e avesse interesse, saranno programmati  sul territorio ulteriori incontri rivolti soprattutto a Associazioni, educatori, imprenditori. Notata, con la presenza del Sindaco e Presidente della Comunità Montana del Monte Santa Croce Alberto Di salvo, la copiosa affluenza di sportivi, cultori di storia, tecnici, studiosi Amministratori provenienti dal territorio e anche da altre province.

Open