Lun. Giu 1st, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Pietramelara. Mercato domenicale, l’ex sindaco Zarone all’Amministrazione comunale: “Punita la vostra arroganza”

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

PIETRAMELARA. Domenica 7 aprile si è votato il referendum popolare per lo spostamento del mercato domenicale (clicca qui per leggere l’articolo).

Sull’esito referendario è intervenuto anche l’ex primo cittadino Vincenzo Zarone:

“Era prevedibile. Non poteva finire diversamente. Il popolo sovrano ha intuito l’ambiguità del vostro opinabile tentativo di strumentalizzazione e ha punito l’arroganza della vostra presunzione. La batosta è stata sonora. Spero possa servirvi da monito. Avete sempre deciso da soli ogni vostra iniziativa, questa volta ci avete provato. Utilizzare i cittadini incolpevoli per risolvere un problema, che voi avete creato, si è manifestato scorretto e offensivo. Quando avete rimpiazzato, seppur illegittimamente, le vacanze di organico e attuate le tante altre discutibili iniziative, non vi siete mai degnati di interpellare i cittadini. Ora per salvarvi la faccia volevate tirarli in ballo e far ricadere su di loro la colpa delle vostre scelleratezze. Avevate fatto male i conti. La risposta è stata eloquente e perentoria e il vostro maldestro tentativo è andato in fumo e che per l’avvenire vi possa servire da lezione e dissuadervi da tentare altri approcci del genere. Esprimo tutta la mia solidarietà e comprensione a chi voleva che il mercato restasse in centro. Non prendetevela con chi ha votato contro, ma con coloro che vi hanno illusi, perche se l’avessero voluto, avevano tutti gli strumenti per farlo”.

Vincenzo Zarone

Vincenzo Zarone

Articoli correlati:

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close