Lun. Set 23rd, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Pietramelara. Morte di Antonio Comparone: due indagati

2 min read

PIETRAMELARA. Ci sono due persone indagate per la morte di Antonio Comparone, l’uomo caduto lo scorso 27 febbraio dal tetto di un’abitazione mentre stava lavorando. Si tratta dell’imprenditore Salvatore Mormile e di sua figlia Maria Rosaria Mormile. La Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ha iscritto i due nel registro degli indagati, i quali risultano i proprietari della casa dove il 60enne stava compiendo dei lavori. Le indagini sono affidate ai Carabinieri della stazione di Pietramelara.

Cosa accadde

L’uomo caduto dal tetto di un’abitazione non ce l’ha fatta. Antonio Comparone è morto. Si trovava ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta ed aveva riportato conseguenze molto serie tra cui delle emorragie interne e un trauma cranico. I medici hanno fatto di tutto per cercare di salvarlo, ma purtroppo non è servito. Antonio è spirato questa notte intorno alle 3. Il brutto incidente si è verificato nel pomeriggio di mercoledì 27 febbraio. Il 60enne è caduto dal tetto di un’abitazione in via Giuseppe Garibaldi a Pietramelara. L’uomo, che probabilmente stava compiendo dei lavori, è precipitato da un’altezza di circa 2,5 metri sbattendo violentemente al suolo. Sul posto è intervenuta l’ambulanza che ha trasportato il 60enne all’ospedale di Caserta. Ieri pomeriggio si sono tenuti i funerali. L’uomo era conosciuto ed era una persona laboriosa e stimata a Pietramelara. Lascia un figlio adolescente.

Antonio Comparone

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open