NewsPietramelaraPolitica

Pietramelara. Municipio, Senese replica alle accuse dell’ex sindaco Zarone: “Venga al Comune”

L’Assessore al bilancio Maria Teresa Senese risponde all’ex primo cittadino Vincenzo Zarone

PIETRAMELARA. L’Assessore al bilancio Maria Teresa Senese fuga ogni dubbio sollevato dall’ex sindaco Vincenzo Zarone rispedendo al mittente accuse false e tendenziose.

“Caro Signor Enzo, la rispondo in questa sede solo perché i cittadini abbiano le giuste informazioni nel rispetto della verità.
La nostra amata Pietramelara, non oggi, ma nel recente passato è stata in vendita, anzi in svendita totale, e se la mente non mi inganna, proprio Lei ha più volte denunciato accusando di gravi “malcostumi” l’operato amministrativo del passato.

Mi sembra giusto ricordarLe che soltanto tre anni fa, quando regnava quel caos che Lei si affannava a raccontare a tutti (anche con vari articoli su Paese news), il costo del personale del Comune di Pietramelara ammontava alla “modica cifra” di un 1.100.000 euro. Oggi in appena TRE ANNI il personale costa al Comune €. 650.000,00 (e cioè la metà!) e questa riduzione così drastica non è dovuta (come proveranno a farLe credere) ai pensionamenti di qualche dipendente (basta fare il conto di quanti dipendenti sono andati in pensione) ma è frutto di una politica VERA di salvaguardia e tutela del nostro Ente che questa “sciagurata” (a suo dire) amministrazione, con vigore, e in maniera efficace ha intrapreso dal primo giorno successivo al proprio insediamento gestendo il disastro finanziario e amministrativo di cui Lei parlava.
Mi preme sottolineare, sempre per amore della verità e per scongiurare stravolgimenti della realtà che lei descrive, ponendo attenzione in maniera non proprio esatta su alcune questioni delicate :

• In primo luogo – è sotto gli occhi di tutti che gli amministratori sono sempre impegnati per venire incontro ai cittadini – (anzi Le vorrei ricordare che paradossalmente qualcuno si lamenta proprio dello “strafare” degli amministratori). Siamo sempre a completa disposizione dei cittadini per ogni problematica comprese quelle di natura tributaria, supportando il lavoro dei funzionari e per verificare l’operato e spiegare a TUTTI le ragioni che possono avere generato eventuali provvedimenti, accertamenti ecc.;
• In secondo luogo: NON E’ PRESENTE alcun esperto per rispondere ai cittadini, (a 25.00 euro l’ora poi… !??!). Probabilmente ha interpretato male: semplicemente il capitolato di appalto, per l’individuazione del supporto all’attività accertativa, prevedeva (a tutto vantaggio del Comune) la possibilità di richiedere all’appaltatore un figura aggiuntiva, CHE MAI E’ STATA RICHIESTA e MAI ALCUNA SPESA E’ SOSTENUTA DAL NOSTRO COMUNE.

• La società individuata a mezzo gara per svolgere il supporto alle attività di accertamento dei tributi (ATTIVITA’ CHE ERA STATA TRASCURATA PER ANNI) che è esperta nella analisi e verifica dell’impagato cioè dell’evasione e dell’elusione fiscale, potrà ricevere il proprio giusto emolumento (come da capitolato di appalto), SOLO DOPO AVERE PORTATO A TERMINE LE ATTIVITA’ DI MATERIALE RISCOSSIONE con applicazione di una percentuale SUL RISCOSSO
• nel capitolato di appalto è stato stabilito che la misura massima che la società potrà eventualmente riscuotere – anche qualora riscuotesse i soldi di una intera manovra finanziaria – è pari ad un MASSIMO DI € 39.000,00.
• Questo meccanismo, probabilmente “nuovo”, ma è A TUTTO VANTAGGIO DEL COMUNE a differenza di quello che ordinariamente viene previsto (ad es: ex EQUITALIA).

• E, probabilmente nemmeno sa che AD OGGI IL COMUNE, CHE HA GIÀ OTTENUTO PARTE DEI RELATIVI SERVIZI, NULLA HA PAGATO A QUESTA SOCIETA’ PER NON ESSERSI MATURATE LE CONDIZIONI PREVISTE DAL CAPITOLATO.
• Insisto: la società sta svolgendo le attività necessarie per elaborazione degli avvisi di accertamento da notificare, ma ad oggi non avendo ancora riscosso nulla, nulla è stato pagato; sarò ancora più chiara: quando il Comune incasserà somme derivante dall’attività di accertamento verrà pagato anche il compenso per la società.
• IL sistema è analogo (ma meglio garantito per il controllo del Comune sul supporto) rispetto alle attività che svolgono le società che operano nei comuni limitrofi.

Detto questo, solo per completezza di informazione, Le sottolineo che l’ufficio finanziario è gestito da un funzionario a “16 ore settimanali” e ha un costo ANNUO di circa 10.000,00 euro una briciola, rispetto a quanto costava il funzionario della precedente gestione.
Oggi gli amministratori, sono costantemente accanto ai dipendenti comunali, supportando anche il lavoro di ufficio, e quello materiale, per cercare di recuperare la situazione disastrosa .
Le ricordo che il nostro Comune, a causa del CAOS AMMINISTRATIVO – FINANZIARIO è stato costretto ad aprire la procedura di riequilibrio straordinario e i dipendenti che fino a ieri svolgevano attività “ordinaria” oggi svolgono incombenze molto più complesse che toccano aspetti tecnico – giuridici nuovi e di difficile soluzione.

Il lavoro e il sacrificio e non le chiacchiere buttate a caso, restano l’unico mezzo per consentire al nostro Comune di sopravvivere per cercare di recuperare la gestione amministrativa alla normalità. Per farlo c’è bisogno di utilizzare strumenti che la normativa mette a disposizione per tali evenienze.
La prego di essere più ponderato e di approfondire meglio gli argomenti prima di parlare sui social e di giudicare soltanto dopo aver avuto almeno un piccolo contatto con la realtà; la invito ad informarsi bene, prima di sbandierare false notizie. Non credo che La ripaghi ancora per molto il ricordarci continuamente, ad ogni occasione, che è stato Sindaco eccellente.
Quello che mi dispiace più di ogni altra cosa è che ci incontriamo molto spesso e LEI mai ha ritenuto opportuno aprirsi ad un confronto, mai ha ritenuto utile ascoltare un punto di vista diverso dal Suo. Devo credere che confrontandosi con altri, recandosi ogni tanto in Comune, ed avendo le giuste informazioni. non potrà più gettare fango gratuito su chi sta lavorando per risanare questa situazione.
Venga al Comune, così potrà:
• Conoscere Il Funzionario dell’area Finanziaria in servizio a Pietramelara per sole 16 ore settimanali
• Vedere quale è il lavoro che oggi svolge, grazie a questa situazione, nel nostro Ente (e sfido tutti i grandi esperti, buoni a chiacchiere, a gestire un comune al collasso, ad adempiere a tutte le scadenze, ad occuparsi della gestione delle entrate tributarie e gestire il CAOS amministrativo che c’è e in tutto questo coordinare il lavoro degli uffici e predisporre un Piano di Riequilibrio da inviare alla Corte dei Conti).
• e infine a vedere con i proprio occhi la presenza costante degli amministratori aperti e disponibili SEMPRE a lavorare accanto ai dipendenti per scrivere atti, delibere, determine, ecc. cosa che non credo Lei, che è stato SINDACO – abbia mai fatto”.

Con la stima e l’affetto di sempre

Maria Teresa Senese

Vincenzo Zarone
Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Andrea De Luca
La rassegna

    2 Comments

    1. Effettivamente

    2. ma questo signor enzo, non era vostro alleato alle elezione u.s.. Non vi ha dato due consiglieri comunali portando voti dalla vostra parte? mi sembra che uno dei due addirittura sia assessore e correggetemi se sbaglio nel mentre l’altro ha creato una posizione autonoma senza far comprendere se sta con la maggioranza o l’opposizione! Addirittura tanto che sia convinta delle sue capacità politiche si sia candidata anche alle provinciale sempre sperando nell’aiuto di chi oggi non é più vostro sostenitore! Ma fatemi capire, perché io non riesco a comprendere, questo sig. enzo che patto aveva con voi quando vi ha sostenuto all’elezioni? Forse qualche promessa non é stata onorata? Io da cittadino me lo sto chiedendo, ma voi lo sapete e allora invece di dare spiegazioni su false illazioni ci fate capire quali sono le promesse non onorate? Io credo che per vincere le elezioni non bisognerebbe fare patti, ma basarsi semplicemente sulla propria capacità di invogliare gli elettori a credere nelle proprie potenzialità e non su patti. Lo so é un utopia la mia, ma sono sicuro che se fosse cosi non ci sarebbero queste intemperanze da parte di chi non é stato accontentato.

    Comments are closed.