• Gio. Ott 28th, 2021

Pietramelara. Piano di riequilibrio finanziario, la maggioranza: "Il Campanile colleziona l’ennesima figuraccia"

La risposta dell’Amministrazione comunale

PIETRAMELARA. Prosegue il botta e risposta tra maggioranza e minoranza sulla procedura di riequilibrio finanziario a suon di interventi, manifesti e note stampa. La maggioranza consiliare risponde al manifesto del gruppo di minoranza “Il Campanile” apparso ieri.

La replica della maggioranza

Il manifesto a firma del Campanile, apparso ieri in paese, nel giorno in cui l’amministrazione comunale ha organizzato la manifestazione in onore dei caduti di tutte le guerre, è stata una trovata davvero poco opportuna che ha denotato mancanza di rispetto dei ruoli ricoperti e scarso senso istituzionale. Un atteggiamento molto discutibile e persino diseducativo confermato la sera stessa delle celebrazioni attraverso la totale assenza del gruppo consiliare. Ci tenevamo a sottolineare questo aspetto perché il sindaco attraverso il discorso pronunciato di fronte al nostro storico monumento, simbolo del sacrificio degli eroi pietramelaresi, ha inteso la politica, anche e soprattutto quella locale, come un’arte nobile attraverso la quale cercare sempre un’intesa per promuovere e migliorare il bene comune. Inutile alzare muri e sollevare polemiche quando la verità è palpabile con la mano ed è sotto gli occhi di tutti. Veniamo a quanto asserito nel manifesto, nei confronti del quale siamo costretti a rispondere senza alcuna vena polemica, ma solo per amore della verità! Il contenuto del manifesto a firma del Campanile sfiora il ridicolo e se non ci fosse da piangere dovremmo inviarlo a “scherzi a parte”. L’attuale minoranza che ha governato per 10 anni arriva addirittura a sostenere che il debito di 4 milioni di euro (8 miliardi di vecchie lire) che l’attuale amministrazione ha riscontrato e ha certificato (con l’avallo del revisore dei conti) derivi da debiti che avrebbe lasciato più di dieci anni fa l’allora amministrazione Di Fruscio. Probabilmente, scrivendo il documento con troppa superficialità (la stessa che hanno usato durante il loro decennio amministrativo) non hanno tenuto conto del fatto che loro stessi hanno approvato i bilanci successivi alla gestione “Di Fruscio” ed in due mandati consecutivi non è stato portato in Consiglio Comunale un solo debito “fuori bilancio” risalente a quel periodo. Ora anche chi non mastica di contabilità sa che se ci sono debiti non possono essere occultati, vanno portati in bilancio, riconosciuti e trasmessi alla corte dei Conti.

Forse è il caso di ricordare ai firmatari del manifesto che la falsità di rappresentazione della situazione finanziaria di un ente pubblico è una frode ed è un gravissimo reato. Se fosse vero quello che dicono (e per loro fortuna non lo è) avrebbero falsificato i bilanci per anni senza fare emergere debiti che (solo oggi … guarda un po’) dicono di avere ereditato! Mai sentita cosa più ridicola! I debiti che oggi gestiamo sono quelli che conosciamo per premi allegramente distribuiti e per quello che dice il Presidente Della Provincia. La verità è che chi cerca di confondere le carte cercando maldestramente di sottrarsi da responsabilità serie e consequenziali è propio il gruppo consiliare del Campanile che dopo aver ridotto il comune sul lastrico vorrebbe far credere alla Cittadinanza che la responsabilità è di chi sta cercando di risolvere questi problemi continuando a dare sempre e comunque risposte ai cittadini. Cambiate il vostro atteggiamento e ponetevi in maniera diversa e con maggiore senso istituzionale perché i consensi si conquistano attraverso battaglie serie e coerenti promosse a favore dei cittadini. Le polemiche, i veleni e le bugie non portano alcun risultato relegandovi, purtroppo per voi, ad un eterno inseguimento elettorale!!

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Andrea De Luca

La rassegna