NewsPietramelaraPolitica

Pietramelara. Piano di riequilibrio finanziario, la minoranza: "Non è più tempo di alibi o scuse credibili"

Manifesto del gruppo di minoranza “Il Campanile”

PIETRAMELARA. Continua il dibattito sul piano pluriennale di risanamento finanziario. Vi proponiamo il manifesto della minoranza consiliare.

Il manifesto della minoranza

INFORMARE SI …….. MA IN MODO CORRETTO E SENZA OMISSIONI !

La maggioranza consiliare, con l’ultimo manifesto, ha inteso giustificare le proprie scelte amministrative, relative alla gestione del disavanzo di bilancio del Comune, cercando di addossare esclusivamente ad altri le responsabilità politiche dell’attuale situazione.

E’ sicuramente vero , come per la stragrande maggioranza dei comuni italiani, anche il comune di Pietramelara si trova a fronteggiare uno squilibrio finanziario.

E’ altresì giusto, ed in questo conveniamo , che NON vengano dimenticate, dalle future generazioni, le ragioni politiche di una tale situazione .

Pertanto , visto che la maggioranza , con questo motivo, ha giustificato la propria scelta di durata del piano di rientro a QUINDICI ANNI(rispetto ai venti previsti dalla legge) proprio per non perdere la memoria storica, riteniamo necessario, opportuno e coerente ritornare con la memoria a meno di 15 anni fà,quando , a reggere le sorti del paese era lo stesso Sindaco Di Fruscio.

Ebbene, la passata amministrazione Leonardo si trovò in eredità, dalla amministrazione Di Fruscio, un debito finanziario di oltre 1 MILIONE e MEZZO di euro (consorzio rifiuti, casa comunale, FRAMA,canoni consortili e altri contenziosi , ecc.) che, unitamente all’ abolizione della Legge Regionale 51 ,dalla quale il comune riceveva circa 400 mila Euro annui , insieme alla progressiva riduzione dei trasferimenti finanziari da parte dello Stato e con il rilevante costo del personale comunale lasciato in dote per le numerose progressioni verticali effettuate , rendeva fin da allora molto problematica e complessa la gestione dell’Ente .

Sarebbe stato facile, anche in quel momento , ricorrere alla procedura del dissesto finanziario , con il conseguente aumento di tutte le aliquote e le imposte comunali scaricando il tutto sui cittadini.

Invece , responsabilmente e in operoso silenzio , si scelse di implementare e migliorare la macchina amministrativa al fine di reperire risorse aggiuntive per il buon andamento e lo sviluppo del paese evitando di gravare sulle tasche dei Pietramelaresi.

OGGI NO !

Dimentichi della propria storia, chi ci amministra , preferisce percorrere la strada dello scarica barile piuttosto che accelerare sulla avviata strada del miglioramento della capacità di introitare le risorse a bilancio.

Non solo, dopo due anni e mezzo di amministrazione , non si è stati capaci di ottenere nessun finanziamento pubblico e si sta vivendo su quanto ereditato.

Oggi avendo terminato tutte le inaugurazioni, cercano invano di scaricarsi di ogni responsabilità nel vano tentativo di celare la propria palese inefficienza.

UN ESEMPIO ? Se negli ultimi 2 anni , a fronte di un costo di 700mila euro del servizio acquedotto si sono incassati solo 5mila euro la colpa è forse ……di quelli di prima ???

MA DI COSA STIAMO PARLANDO ????

Relativamente al debito finanziario dell’ente è la stessa documentazione da loro prodotta a smentirli inequivocabilmente, infatti, nell’ Allegato 2 del piano di rientro, relativo ai debiti dell’Ente , dalle date , si può facilmente riscontrare che circa1 MILIONE di euro ,di fatture non pagate sono riferibili alla loro attuale gestione amministrativa ed inoltre, il Revisore dei Conti chiarisce in modo incontrovertibile che molti debiti dichiarati sono privi di “adeguata documentazione istruttoria”.

Sia chiaro che,qualora la Corte dei Conti dovesse bocciare il piano finanziario di rientro dell’Ente , sarà solo ed esclusivamente per una inadeguata istruttoria dello stesso prodotta da un evidente superficialità di gestione dell’attuale amministrazione e non certamente per qualsiasi altra ragione .

LA CONTINUITA’ AMMINISTRATIVA E’ UN PRINCIPIO SACROSANTO

Essa non si può eludere e doverosa dovrebbe essere la correttezza politica di chi è deputato ad esercitarla.

Dopo due anni e mezzo, e dopo due bilanci approvati di cui uno annullato dal TAR , non è più tempo di alibi o scuse credibili , ormai è abbastanza chiara a tutti la vostra accertata e palese inefficienza .

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Andrea De Luca
La rassegna

    Comments are closed.