Alto CasertanoNewsPietramelaraSolidarietà

Pietramelara. Terremoto ad Amatrice, la solidarietà dei pietramelaresi

Alcuni cittadini si recheranno nel comune laziale consegnando offerte in denaro

PIETRAMELARA. L’altruismo e la solidarietà per fortuna sono qualità ancora presenti. Un esempio che si aggiunge alla lunga lista di azioni a favore degli altri, soprattutto coloro che hanno avuto a che fare con dei disagi o che hanno bisogno di aiuto, viene da Pietramelara.

Domenica 29 settembre una delegazione di cittadini pietramelaresi, rappresentante la comunità, si recherà ad Amatrice, in provincia di Rieti, in solidarietà alle famiglie del luogo colpite dal terremoto di pochi anni fa. L’appello è stato lanciato su Facebook dalla signora Bruna Leonardo: “Sarà gradito il contributo da parte di tutti i cittadini, nonché del settore commerciale ed artigianale, associazioni laiche e cattoliche, e
culturali. Certa della vostra adesione, ringrazio anticipatamente”
.

Saranno raccolte offerte in denaro che verranno consegnate agli abitanti della cittadina laziale, famosa non solo per appartenere al club dei borghi più belli d’Italia e per il gustoso sugo all’amatriciana, ma da qualche anno anche per essere stato uno dei centri più colpiti dal terremoto del Centro Italia del 2016 e del 2017. Un bel gesto di altruismo.

Terremoto del Centro Italia del 2016 e del 2017

Gli eventi sismici hanno avuto inizio ad agosto 2016 con epicentri situati tra l’alta valle del Tronto, i Monti Sibillini, i Monti della Laga e i Monti dell’Alto Aterno.

La prima forte scossa si è avuta il 24 agosto 2016, alle ore 3:36 e ha avuto una magnitudo di 6.0, con epicentro situato lungo la Valle del Tronto, tra i comuni di Accumoli (RI) e Arquata del Tronto (AP). Proprio Amatrice ha pagato il maggior tributo di vite umane all’evento: sulle 300 vittime totali, 235 sono morte nel suo territorio, che ha visto distrutta la gran parte degli edifici pubblici e privati.

Due potenti repliche sono avvenute il 26 ottobre 2016 con epicentri al confine umbro-marchigiano, tra i comuni della provincia di Macerata di VissoUssita Castelsantangelo sul Nera (la prima scossa alle 19:11 con magnitudo 5.4 e la seconda alle 21:18 con magnitudo 5.9).

Il 30 ottobre 2016 è stata registrata la scossa più forte, di magnitudo momento 6.5 con epicentro tra i comuni di Norcia Preci, in provincia di Perugia.

Il 18 gennaio 2017 è avvenuta una nuova sequenza di quattro forti scosse di magnitudo superiore a 5, con massima pari a 5.5, ed epicentri localizzati tra i comuni aquilani di MonterealeCapitignano e Cagnano Amiterno.

Questo insieme di eventi provocò in tutto circa 41000 sfollati, 388 feriti e 303 morti.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Andrea De Luca
La rassegna

    Comments are closed.