V-news.it

Quotidiano IN-formazione

13 novembre 2018

Pietramelara. Viabilità, botta e risposta tra la minoranza e De Robbio

PIETRAMELARA. 115 milioni di euro è la somma complessivamente stanziata dalla Regione per il rifacimento delle strade di collegamento dei comuni della provincia di Caserta. 

Nell’elenco dei comuni destinatari del finanziamento non figura, però, Pietramelara. 

Al gruppo di minoranza “Il Campanile” non è sfuggito questo dettaglio. La minoranza consiliare ha commentato così: “Come può essere? L’amministrazione ed in particolare l’onnipresente vicesindaco con delega ai lavori pubblici, come ha potuto farsi sfuggire un tale bando che riguarda la viabilità? Forse Pietramelara non ha bisogno, le strade versano in ottime condizioni. L’importante è qualche panchina in via San Pasquale. Ci auguriamo veramente che si tratti di un errore, altrimenti non ci sono parole. Vergogna”.

Non si è fatta attendere la replica del vicesindaco Giovanni De Robbio che è intervenuto con un post su Facebook. Eccolo: “Dovreste augurarvi che il vicesindaco goda sempre di buona salute per continuare ad essere onnipresente e nello stesso tempo, cercare, insieme al sindaco e ad i colleghi dell’amministrazione, di rimediare a tutto ciò che avete fatto male, ma soprattutto a ciò che non avete mai fatto nei dieci anni della vostra gestione. Riguardo il bando delle strade, nel momento in cui è stato pubblicato, la nostra amministrazione era scoperta del responsabile dell’area tecnica, ossia non c’era alcun tecnico interno al comune che potesse redigere e firmare il progetto. E piuttosto che avventurarci in una situazione approssimativa come avete fatto voi durante il vostro percorso e rincorrere i problemi che anche grazie a voi sarebbero sicuramente sorti, abbiamo deciso di optare per altre forme di finanziamento per il miglioramento della nostra rete viaria che, comunque, di qui a poco, riceverà la necessaria manutenzione. Dovrei vergognarmi di aver ripristinato:
Le panchine in via San Pasquale, di aver recuperato dall’incuria e dall’abbandono tutto l’arredo urbano del centro storico, di aver recuperato i bracci che illuminano l’ingresso della casa comunale, di aver ridato smalto ed imponenza allo storico portone di ingresso del comune, di aver pulito e sanificato tutte le caditoie comunali, di aver monitorato e programmato il ripristino di tutti i tombini dissestati, di aver reso leggibile la lapide che testimonia la visita del re Ferdinando II a Pietramelara. Dovrei vergognarmi, insieme a tutta l’amministrazione cui mi onoro di appartenere, per aver realizzato tutto ciò nonostante un bilancio che soffre delle lacune provocate dalla vostra allegra gestione sotto la regia del funzionario che si crede onnipotente e che nel vostro tempo tutto ha potuto, ma che ora non può più e non riesce a farsene una ragione. Io sono orgoglioso di servire il mio paese e fino a quando le forze mi sosterranno sarò sempre a disposizione dei cittadini; in fondo meglio essere onnipresente che credersi onnipotente!”

Ancora la minoranza: “Caro vicesindaco, La ringraziamo per la tempestiva, seppur rabbiosa, risposta che purtroppo fuga i nostri dubbi su un eventuale errore di stampa nell’elenco dei comuni finanziati e chiarisce che grazie alla vostra gestione amministrativa Pietramelara ha perso una importante opportunità. Lei asserisce che non si è potuto partecipare al bando perché il comune era , all’epoca, sprovvisto di responsabile dell’area Tecnica. Bugia! A noi risulta che, dopo il pensionamento del vecchio Responsabile, l’area tecnica è stata affidata al dipendente, cat.D Colapietro Carmelo, fino all’espletamento del discutibile pseudo concorso che ha visto poi assegnare suddetta figura all’attuale responsabile arch Auricchio. In questo periodo il responsabile Colapietro ha adottato parecchi atti, facendosi affiancare, all’occorrenza, da figure Tecniche esterne. In quel periodo fu addirittura incaricato un consulente esterno per il miglioramento ( sic! ) della raccolta rifiuti al costo di 14mila euro annui ….sorvoliamo sui risultati. Quindi un’amministrazione attenta avrebbe potuto sicuramente aderire al bando regionale . Purtroppo non è stato fatto e la Sua puerile scusa va a Suo nocumento . Non si rende nemmeno conto di essersi contraddetto quando ha affermato: ” abbiamo deciso di optare per altre forme di finanziamento per il miglioramento della nostra rete viaria ” . Quindi è stata una scelta politica, non una necessità ! Doppia vergogna, perché l’una non avrebbe escluso l’altra. Ci consenta inoltre che, dopo aver strombazzato ieri sui social, piccoli lavoretti di ordinaria manutenzione di beni comunali come se si fosse trattato di opere eccezionali era opportuno un confronto. Caro vicesindaco, ma si rende conto che a fronte di piccoli lavoretti , paragonabili a piccole mancette, stiamo parlando della mancata opportunità di finanziamenti per svariati milioni di euro ???? che inoltre questi finanziamenti interessavano un argomento molto sentito ed importante stante il degrado del sistema viario ??? La storia del bilancio ,che Lei richiama sempre a sproposito,non è più credibile. Se non ci sono risorse , queste non si sprecano in paletti, dossi, panchine fantasma per disabili, targhe e feste. Sia coerente. La verità è che le risorse devono essere reperite partecipando ai bandi . Oltre a vergognarsi , a questo punto, si dimetta per manifesta inadeguatezza!”.

Il botta è risposta continua sulla pagina Facebook Il Campanile.

Fernando Masella e Giovanni De Robbio

Leggi anche:

Commenta

Loading...
Andrea De Luca

Mi chiamo Andrea De Luca. Sono nato a Capua (CE) il 26 marzo 1986. Vivo a Pietramelara (CE). Nel 2005 ho conseguito la maturità presso il Liceo Scientifico ‘Leonardo Da Vinci’ di Vairano Patenora (CE). Nel 2006 mi sono iscritto alla facoltà di Scienze della Comunicazione presso l’Università ‘La Sapienza’ di Roma, scegliendo successivamente il curriculum in ‘Linguaggi e tecniche del giornalismo e dell’informazione’. Dal 2008 sono militante per il partito politico dell’Italia dei Valori e sono tesserato per l’associazione ambientalista Legambiente. Su Facebook, gestisco un gruppo di discussione e informazione sul mio piccolo paese, che si chiama Forum Pietramelara. Gestisco un blog di informazione (con una pagina relativa su Facebook), Informare è un dovere. Collaboro con diverse agenzie di stampa e redazioni di informazione della provincia di Caserta. Da giugno 2013 collaboro col quotidiano ‘La Gazzetta di Caserta’.

Open