• Sab. Ott 23rd, 2021

Pignataro Maggiore. “I Pascià” di Salvatore Minieri, sabato 12 novembre la presentazione

DiThomas Scalera

Nov 3, 2016
Salvatore Minieri
Salvatore Minieri

PIGNATARO MAGGIORE. Sabato 12 novembre alle 18.45, nel Salone Concerti e Convegni dell’associazione “Amici della Musica” di Pignataro Maggiore, sarà presentato il libro di Salvatore Minieri, “I Pascià, storia criminale del clan Bardellino e della discoteca Seven Up”, volume che è giunto alla sua terza ristampa, dopo il successo ottenuto dai primi due lanci editoriali. A presentare “I Pascià” a Pignataro Maggiore ci saranno Lilly Viccaro Theo, scrittrice e giornalista Rai, inviata di punta della trasmissione “Chi l’ha visto?”, Eliana Riva, editrice della Spring Edizioni, Antonella D’Andrea, direttrice editoriale della Spring ed Enzo Palesano, giornalista, vittima di reato di tipo mafioso.

Il libro è stato presentato in anteprima, all’inizio della scorsa primavera, in Lombardia, ottenendo uno straordinario successo di vendite già dalle prime uscite. A maggio, “I Pascià” è stato presentato per la prima volta in Campania, nella prestigiosa cornice della Reggia di Caserta e l’undici giugno a Formia, città nella quale è ambientato il romanzo di cronaca, basato su tre decenni di strapotere mafioso del clan Bardellino, della Banda della Magliana e delle Logge Massoniche collegate al Partito Socialista craxiano e alla Democrazia Cristiana di Giulio Andreotti.

Salvatore Minieri, autore de “I Pascià” e del precedente “I Padroni di Sabbia”, presenterà in anteprima anche un breve stralcio del suo nuovo libro, in uscita per la primavera del 2017. Si tratta di un testo che ricostruisce le storie delle donne-mostro più sanguinarie degli ultimi due secoli, con particolari mai rivelati fino a oggi. Anche questo lavoro editoriale del giornalista, originario di Pignataro Maggiore, sarà pubblicato dalla Spring Edizioni di Caserta.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru