News

Torre del Greco, i giovanissimi sfidano la morte con la planking challenge

Stendersi in attesa che passino le auto,ecco la Planking challenge tra i ragazzini. A Torre del Greco, venerdì sera, alcuni minori hanno sfidato la morte

Gli investigatori:”Pensiamo che sia una nuova challenge che arriva dal web

TikTok. Planking challenge a Torre del Greco. Sta spopolando sulla nota app un nuovo diversivo tra i più giovani contornato tutto da una follia pura o semplicemente incoscienza.

Torre del Greco. Alcuni dodicenni, lo scorso venerdì hanno ben pensato di impiegare il loro tempo stendendosi sull’asfalto in attesa delle auto in transito.

Lo scopo di questo insulso gioco e cercare di spostarsi all’ultimo minuto, il tutto sapientemente registrato e pubblicato sui vari social compreso il noto TikTok.

Dei passanti, avendo assistito alla scena, hanno ben pensato di avvisare le forze dell’ordine,scoprendo che anche altri cittadini avevano provveduto a segnalare il gioco assai pericoloso. 

Sul posto sono giunti sia carabinieri che poliziotti ma i ragazzini sono stati abili nel dileguarsi.

Già da tempo, sui social circolavano video di queste ‘bravate’ e da lì è nata questa sfida alla ricerca di adrenalina, però, dopo il caso della bambina di undici anni,Antonella, è facile pensare che altre forme di challenge stiano circolando in rete.

Magari,sono pubblicate da professionisti o semplicemente da chi ha voglia di divertirsi inconsciamente.

Fatto sta, che i rischi di emulazione sono abbastanza elevati ed ecco che accadono situazioni tragiche.

Inerente all’episodio di venerdì sera a Torre del Greco, nessuno dei ragazzini coinvolti ha subito danni ma le forze dell’ordine per prevenire un ripetersi dell’accaduto stanno pattugliando la zona negli orari più rischiosi.

Le forze dell’ordine assicurano che niente sarà lasciato al caso e che per evitare che ciò avvenga in altre zone sarà loro compito assicurarsi dei controlli accurati.

Questa dipendenza dai social può causare delle gravi forme di problematiche sociali. Il voler essere acclamato attraverso un ‘LIKE’ fa compiere gesti a volte stupidi ed altre ancora più pericoloso.

Si accusano i genitori di essere poco presenti e poco vigili sull’operato dei propri figli, dall’altra parte si accusano le Istituzioni quali la scuola che fa poco per i ragazzi, ma la verità sta nel mezzo.

La famiglia ha il compito di educare e di crescere i propri figli seguendo delle regole basilari per la vita nella società, la scuola ha il compito di istruire.

Questo bisogno di attenzione da parte dei minori e,spesso non solo, da che cosa scaturisce? Chi è che sta sbagliando?

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Marianna D’Antonio
Classe '85. Attivista per la tutela degli animali, avida lettrice ed amante delle serie tv e film d'autore. "Il problema della razza umana e' che gli idioti sono assolutamente sicuri,mentre le persone intelligenti sono piene di dubbi." Bertrand Russell

Rispondi