• Dom. Ott 17th, 2021

Polo Calzaturiero nella mani degli estorsori, quattro persone rischiano la condanna

DiThomas Scalera

Gen 5, 2018

CARINARO. Indagini investigative chiuse per le estorsioni nel Polo Calzaturiero.

Nell’inchiesta sono coinvolti Antonio Iovine, il boss dei casalesi oggi collaboratore di giustizia, Biagio Diana 53 anni di Casal di Principe, Augusto De Luca 55 anni di San Cipriano  D’Aversa, e Bruno Lanza 49 anni collaboratore di giustizia di Villa di Briano. L’udienza processuale si discuterà nel mese di gennaio. L’inchiesta che stanno portando avanti i magistrati vede il totale coinvolgimento di Michele Zagaria e Salvatore Verde, per i quali la Procura ha già deciso il rinvio a giudizio.

Dalle notizie investigative della Procura, Iovine e Zagaria sono i capi mandanti della illegale richiesta estorsiva, mentre De Luca, Diana, e Lanza sono gli esecutori materiali. I boss avrebbero ricattato gli imprenditori, chiedendo loro prima 250 mila euro, poi la cifra di 160 mila euro.

Antonio Iovine

Calvi Risorta/Caserta. Evento di solidarietà, Di Patre: "I lavoratori del Bacino di Crisi sono un esempio di vita"

Napoli. Omicidio di Giorgio Battaglia: i boss Montella e Papale evitano l’ergastolo

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru