• Mer. Ott 20th, 2021

Portico di Caserta. Comunali, Massaro: "Prima Portico sa interpretare i bisogni dei cittadini"

DiThomas Scalera

Mag 31, 2017

PORTICO DI CASERTA. Faccio un sospiro e penso che il Partito Democratico non può più sbagliare, assistendo alle bagarre che stanno accadendo a Portico di Caserta con le conseguenze vive sotto gli occhi della collettività, oggi mi soffermo a riflettere con un impeto che mi anima e mi domando: venerdì sera si è chiusa una settimana di comizi in piazza della Rimembranza, la firma del cronoprogramma da parte del candidato sindaco Gerardo Massaro della lista civica “Prima Portico” è stato forse il momento più emozionante, un gesto simbolico fatto da un personaggio che oggi riteniamo l’unico in grado dio risollevare le sorti del Partito Democratico Provinciale di Caserta. Gerardo Massaro è l’unico in grado di risollevare le vera radice politica del PD, tante ne sono state dette fino a Venerdì scorso, la verità si dimostra con i fatti, con i documenti, ma soprattutto con la giusta determinazione politica. Cari Oliviero, e Piccirillo parlando di Portico ci ricordiamo di Dante che proclamava una sacrosanta verità assoluta nel Purgatorio: “Ahi serva Italia, di dolore ostello, nave senza nocchiere in gran tempesta, non donne di province, ma bordello”. Oggi i cittadini di Portico non possono diventare completamente illusi, la collettività cittadina non può finire nelle mani di licenziosi politici che non riescono ad avere nessun criterio decisionale sull’assetto amministrativo territoriale. Insomma Portico non può essere distrutta da false ideologie. Massaro oggi è pronto per garantire validi importanti finanziamenti che potranno permettere la creazione dell’agenzia giovani, l’ufficio di raccolta dei fondi, la creazione di una nuova area industriale, lo sportello per le imprese, e la ristrutturazione degli edifici scolastici, ma soprattutto la ristrutturazione degli impianti sportivi, Portico può tornare a vivere per il benessere collettivo. La determinazione del candidato sindaco, ma soprattutto i punti politici del progetto sono molto significativi: “Colui che è coraggioso è libero” è il motto che contraddistingue la lista “Prima Portico” il candidato sindaco Massaro può dare quella dignità persa al popolo di Portico, garantendo attraverso il suo proprio contributo un rinnovamento totale di come si può fare oggi politica. Massaro può beccarsi le simpatie di tutti quando, sintetizzando il suo pensiero. “Basta con i vecchi marpioni, basta con le bugie”. Il progetto della lista di Massaro è l’esempio di come oggi può nascere la vera progressività politica, il Partito Democratico Provinciale, non può lasciarsi sfuggire Massaro, ma soprattutto permettere una guerra all’interno di una sezione locale, da lui si deve ripartire per costruire la vera ideologia umana di sinistra, per questo lo ribadiamo che “bisogna ricostruire il PD attorno alla progettualità politica di “Prima Portico”. Oggi nel Paese è premiato chi usa le parole dei populisti ma non usando mai toni populistici perché il consenso costruito con il populismo è un veleno che tiene tutta la comunità prigioniera”. “Le classi dirigenti – spiega – Massaro si formano con fatica e studio e non con le bugie di torbidi uomini dirigenti del PD che oggi si divertono a distruggere il meglio che c’è all’interno della classe politica del partito. Oggi esistono delle regole del vivere civile che in politica sono state glissate. Basta con le falsità ideologiche. Siamo caduti nella pura anarchia ! ora si contano i danni fatti da questi fantomatici amministratori politici. Tutti hanno capito che adesso bisogna ricominciare da capo. Ripartire dal simbolo, ripartire dal popolo. Oggi aspettiamo il congresso casertano nelle forme decise per un’altra stagione”. “Noi tutti diciamo di far eleggere un Segretario di un partito provinciale da tutti i casertani e non solo dagli iscritti, rievocando il giudizio di quel ragionerie sulla corazzata Potemkin”. Una “cagata pazzesca,” pronunciata dal ragionier Fantozzi (Paolo Villaggio,1976, Il secondo tragico Fantozzi, regia di Luciano Salce). Stavolta concludiamo citando Aldo Moro: “La verità è sempre illuminante”. Il programma di Massaro e della sua lista civica “Prima Portico” cercherà di esprimere un orientamento generale, toccando diversi temi caldi senza che nessuno prevalga sugli altri. Gli attacchi agli avversari non mancheranno, in particolare contro gli avversari storici incarnati dal candidato . Ora crescerà l’attesa degli elettori per i prossimi comizi in città, ma soprattutto cresce l’attesa su come Massaro si difenderà dalle nuove stoccate dei concorrenti che illustreranno alla città il proprio progetto amministrativo. Portico affermiamo noi della stampa ha bisogno del progetto di Massaro, il PD casertano invece ha bisogno dell’apporto di forze politiche che sappiano interpretare il vero senso della collettività, basta con queste spaccature. I cittadini di Portico chiedono concretezza, ma soprattutto il Partito Democratico provinciale non può farsi sfuggire un politico che oggi ha messo in campo una grandiosa validità politica, quella validità che oggi manca clamorosamente ai quei dirigenti provinciali, ed amministratori che non sanno leggere i bisogni dei cittadini.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru