• Mer. Mag 18th, 2022

Sotto sequestro 200 botti illegali a Portico di Caserta

PORTICO DI CASERTA. La Guardia di Finanza di Caserta, a seguito di un’attività info-investigativa scaturita dal monitoraggio del Marketplace del popolare social network Facebook, hanno scoperto una fiorente attività di commercio “on line” di botti pirotecnici del genere proibito (del tipo c.d. “cipolle” e “rendini”), gestita da un soggetto casertano. L’attività di servizio ha consentito l’immediata individuazione del venditore e, a seguito di una perquisizione domiciliare eseguita a Portico di Caserta, il sequestro di circa 200 botti illegali, altamente pericolosi in considerazione delle sostanze chimiche utilizzate per la loro fabbricazione, pronti per essere venduti, per un peso complessivo di oltre 15 kg. Il responsabile è stato denunciato per commercio abusivo di materie esplodenti, omessa denuncia di materie esplodenti e divieto di vendita di esplosivi in assenza di licenza prefettizia.

L’attività di servizio costituisce il primo sequestro operato dai finanzieri di Caserta in vista delle imminenti festività natalizie, confermando il costante impegno del Corpo nel contrasto al commercio illecito di prodotti pericolosi in assenza delle prescritte autorizzazioni.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale