Lun. Giu 1st, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Potenza, professore picchia bimba disabile arrestato dalle forze dell’ordine

3 min read
EVENTI IN EVIDENZA

POTENZA – Lo hanno scritto anche in un tema: a loro, piccoli alunni di nove anni di una scuola primaria del Potentino, ‘no, proprio nò, quel giovane maestro proprio non piaceva.

Perché? Non era purtroppo una questione di simpatia.

Ma perché maltrattava la loro compagna di classe disabile e minacciava e picchiava tutti gli altri. Purtroppo la scuola di casa nostra  finisce nuovamente sotto l’occhio del ciclone. Avrebbe quotidianamente picchiato una povera alunna disabile di nove anni a lui affidata. E’ così finito agli arresti domiciliari il professore di sostegno G.C. arrestato questa mattina dai militari dell’Arma dei carabinieri del Nucleo Investigativo di Potenza, coordinati dalla Procura.

Gli agenti investigativi hanno iniziato ad indagare sul professore casertano, grazie alla denuncia partita da una ragazzina che frequenta la scuola primaria di Ruoti. Le accuse a cui deve rispondere sono gravissime: maltrattamenti continuati e aggravati verso bambini. In particolare ai danni della bimba di nove anni affetta da invalidità motoria e cognitiva, a lui affidata e picchiata e offesa “quotidianamente”. Gli vengono inoltre contestati schiaffi e spintoni, insulti (“porci e maiali”) e minacce ai danni dell’intera classe affinché nessuno riferisse a casa e a scuola, quindi alle famiglie e agli altri insegnanti, quello che lui faceva in aula. Tra le «cose» da non dire c’erano anche quelle foto «a contenuto pornografico» – come hanno annotato gli investigatori dell’Arma che hanno condotto le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica del capoluogo lucano – che l’insegnante guardava sul pc che teneva accesso quando, in sostituzione delle maestre di ruolo, era con tutta la classe. Le punizioni peggiori – secondo gli investigatori – venivano inflitte ai bambini quando l’insegnante si accorgeva che i bambini avevano «sbirciato» sul suo computer. La piccola poi, veniva insultata e malmenata, con pugni, schiaffi, tirate di capelli e pizzichi. Un vero è proprio  dramma per la ragazzina di nove anni. Il caso di questo professore preoccupa le famiglie di questo paesino nella provincia di Potenza, i genitori chiedono la videosorveglianza nell’istituto, questo ennesimo caso lascia una negativa immagine al mondo scolastico. L’insegnate di sostegno ha svolto il suo ruolo di docente in numerose scuole nella provincia di Caserta, e di Salerno.

Leggi anche:

ORRIBILE AGRESSIONE. Marcianise nella morsa delle baby gang aggredita donna disabile

Caserta. ANP, Adele Vairo eletta presidente provinciale

Scuole al freddo

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Open

Close