• Dom. Ott 24th, 2021

Pratella. Nuovo grande successo del Festival delle percussioni, ‘BongoBorgo’

DiThomas Scalera

Ago 14, 2015

wbresize

PRATELLA. Si è conclusa nella notte di domenica scorsa la seconda edizione di “BongoBorgo”, il festival delle percussioni che si è tenuto nel centro storico di Pratella. Grande è stato, anche questa volta, il successo dell’evento, coronato da un pubblico davvero numerosissimo.

L’evento si è caratterizzato dall’esibizione on stage di tre gruppi di percussionisti esponenti di differenti culture musicali, quest’anno caraibica, maliana e brasiliana. Le tre formazioni si sono dapprima esibite singolarmente per poi giungere ad uno spettacolo congiunto che ha probabilmente costituito l’acme dell’intero evento, coinvolgendo grandemente l’intero pubblico presente che ha goduto di una performance di elevato livello artistico alla quale ha partecipato con reale entusiasmo.

Altra peculiarità del festival delle percussioni “BongoBorgo” è stata il fiorire di numerose esibizioni estemporanee portate avanti da artisti o semplici amatori intervenuti al festival e che hanno potuto dare sfogo al loro talento all’interno dei vicoli del paese grazie a strumenti a percussione propri o forniti dall’organizzazione. Tutto questo, unito alla presenza di stand enogastronomici distribuiti all’interno dei caratteristici vicoli della parte alta di Pratella, ha contribuito a rendere vivo l’intero centro storico che è stato diffusamente coinvolto in una serata di musica e percussioni.

L’iniziativa è stata portata avanti dall’associazione di promozione sociale “Prometeo”, un’associazione con sede in Pratella che, visto il grande riscontro avuto nelle prime due edizioni, già pensa ad una terza per il prossimo anno, con novità volte a proseguire nel solco tracciato dai primi due anni del festival delle percussioni di Pratella “BongoBorgo”.

S.L.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru