• Mar. Lug 5th, 2022

Presentazione dell’ottava giornata del campionato di Serie A

(Genesio Tortolano). L’ottava giornata del campionato di Serie A è contrassegnata da match dal dolce sapore, unito al profumo della tradizione, legata ad importanti risvolti di classifica. Due sono quelli dal maggior eco mediatico e precisamente quello che vede come palcoscenico lo stadio “Olimpico” di Roma, nel rettangolo di gioco del quale si sfideranno domani alle ore 18, l’aquila biancoceleste della Lazio, allenata dal “Comandante” Maurizio Sarri, che riceve la visita del biscione neroazzurro dell’Inter guidato dell’ex condottiero biancoceleste Simone Inzaghi, una vita per lui nella capitale, visto che ha trascorso oltre quattro lustri nella città eterna definita dai latini caput mundi, sono per la precisione 22 gli anni di militanza, sia come calciatore e poi come allenatore. Un’emozione non da poco per lui, parafrasando quasi in toto la splendida canzone di Anna Oxa. Per la creatura dell’esuberante, nonchè sanguigno patron Claudio Lotito e cioè il più giovane dei fratelli Inzaghi, l’accoglienza potrebbe anche non essere idilliaca, infatti la caldissima tifoserie biancoceleste medita un trattamento ostile con fischi impietosi invece di stendergli il più classico  tappeto di fiori. Una frangia consistente della curva nord non ha ancora dimenticato il tradimento ai loro occhi, culminato con il traumatico approdo sulla nave neroazzurra. Le incognite maggiori sono da ricercarsi nella pausa delle nazionali, poichè diversi calciatori ritorneranno a ridosso della contesa ed a tal proposito il tecnico dei meneghini Inzaghi  visto che saranno impegnati in gare valevoli per la qualificazione a Qatar 2022, nel raggruppamento sudamericano, rinuncia ai due cileni Arturo Vidal e ed Alexsis Sancez.   L’altra partitissima è  quella dell’Allianz Stadium per la cronaca il posticipo domenicale alle ore 20,45 tra la squadra bianconera della Juventus e quella giallorossa della Roma. Le compagini guidate da due strateghi del calibro di Massimiliano Allegri e Josè Mourinho, promettono battaglia e nel contempo spettacolo, vista la grande qualità dei calciatori che scenderanno in campo. Anche per quanto concerne questo match, pende la spada di damocle delle nazionali soprattutto sulla Juventus che vanta molti calciatori del continente  Sudamericano che ritorneranno 24 ore prima del match, diversi dovrebbero essere abili e arruolabili compreso Paulo Dybala che corre verso la sfida ai giallorossi capitolini. Per la Roma resta il dubbio Tammy Abraham a causa di problemi alla caviglia   Ritornando alla cronologia degli incontri, il primo è quello di domani alle 15 tra Spezia e Salernitana, uno scontro tra la formazione bianconera guidata da Thiago Motta e quella granata allenata da Fabrizio Castori che si giocano moltissimo in chiave salvezza. In serata alle ore 20.45, dopo il sopraccitato incontro tra Lazio e Inter, scenderanno in campo nel tempio del Meazza di Milano, il club rossonero del Milan allenato da Stefano Pioli che ospita il sodalizio gialloblù del Verona del tecnico della penisola balcanica Igor Tudor. Domani ad aprire le danze è il lunch match delle 12,30 che si disputa allo stadio “Unipol Domus” del capoluogo isolano, tra il team rossoblù del Cagliari di Walter Mazzari e quello blucerchiato della Sampdoria di Roberto D’Aversa. Domenica alle 15 sono in calendario tre gare Udinese – Bologna con i friulani allenati da Luca Gotti che cercano di sfruttare il vantaggio del fattore campo visto che la gara si gioca alla Dacia Arena contro un agguerrito sodalizio rossoblù del Bologna allenato da Snisa Mihojlovic. Sempre nel medesimo orario allo stadio Luigi Ferraris di Genova va in scena il confronto tra il grifone rossoblù del Genova allenato da Davide Ballardini e il sodalizio neroverde del Sassuolo del trainer Alessio Dionisi, inoltre è previsto il match tra  dello stadio Castellani tra i biancoazzurri dell’Empoli di mister Aurelio Andreazzoli e e la Dea nerazzurra dell’Atalanta di Giampiero Gasperini. Alle 18 di domenica si disputa la partita del Diego Armando Maradona tra la capolista azzurra del Napoli del trainer Luciano Spalletti e il club granata del Torino del combattivo tecnico croato Ivan Juric. completa il quadro degli incontri il posticipo di lunedì sera alle 20,45 tra la squadra arancioneroverde lagunare del Venezia e quella viola gigliata della Fiorentina, rispettivamente allenate da Paolo Zanetti e Vincenzo Italiano.  

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale