NewsPoliticaRoccamonfina

Progetto Rocca: “Noi voce fuori dal coro”

ROCCAMONFINA – Progetto Rocca interviene sulle ultime vicende politiche roccane. Ad una settimana dal voto per le amministrative il gruppo espressione di uno dei gruppi di opposizione consiliare guidato dal Dott. Amato Simeone e riconducibile all’ex sindaco Letizia Tari rivendica le scelte fatte, compresa quella di non presentare nessuna lista elettorale.

In una nota diffusa via Facebook si evidenzia l’importanza di essere non solo un’alternativa all’attuale amministrazione comunale ma anche il punto di riferimento di chi non si riconosce sia politicamente che nella metodologia nell’attuale esecutivo.

Non mancano bordate nei confronti dei protagonisti del discusso accordo politico tra il consigliere di opposizione Michele Cestrone ed il sindaco Carlo Montefusco che ha visto di fatto il gruppo consiliare, espressione dell’ex sindaco Ludovico Feole, non presentare una lista in cambio di incarichi in Giunta o nelle rappresentanze del Comune in altri enti.

“Progetto per Rocca, fedele alla propria mission, si è sempre proposta come “voce fuori dal coro” per appoggiare chi non ha voce e chi vuole condividere un cammino alternativo che però analizzi serenamente, concretamente ma categoricamente, i fatti storici passati e recenti – si legge nella nota pubblicata da Progetto Rocca via social -.

Le nostre proposte utilizzano parole quali la partecipazione, l’aggregazione, la concretezza, la lealtà, la solidarietà e la legalità. Oggi in campagna elettorale, seppur anomala per diverse ragioni, ci accorgiamo che abbiamo avuto sempre ragione a stare dalla parte dei cittadini e contro un sistema fatto di odio “ad personam”, di interessi “particulari” in spregio a qualsiasi forma di Stato democratico e legalitario.

Abbiamo sempre smascherato i fatti demagogici e l’ incompetenza totale a gestire la cosa pubblica. Ci siamo limitati a denunciare “solo politicamente” lo sfacelo amministrativo certificato dalla Corte dei Conti che ancora oggi, sempre più perentoriamente, aspetta le risposte. L’attuale maggioranza forse si è mantenuta solo grazie alla “direzione” di pupari locali e forestieri e ad aspettative personali di dubbia eticità.

L’associazione Progetto Rocca

L’ultimo Consiglio comunale, convocato contro ogni giudizio positivo di opportunità e legittimità, ha visto come nei consigli passati, l’assenza di discussione politica vista la mancanza di consiglieri. A parte la liceità ed opportunità della convocazione a sette giorni dall’inizio della vera fase elettorale, a parte lo spregio nei confronti della “sicura” nuova composizione dell’Assise – prosegue la nota –,

il che denota quanto valore danno ai “nuovi innesti”, riteniamo offensivo l’assenza di altri consiglieri alcuni dei quali fondamentali per la discussione degli ODG. Si doveva parlare di programmazione per il 2020/2022, delle nuove tariffe da applicare nel futuro e del bilancio di previsione per i prossimi tre anni, e lo si è fatto senza interpellare i futuri imminenti nuovi eletti, vista la sicura elezione di tutta la lista elettorale.

Si è approvato il bilancio preventivo e programmatico senza la presenza dell’assessore alle finanze che ha ritenuto più utile finire una partita a briscola piuttosto che chiarire ai cittadini i dubbi che stanno avendo. Stendiamo un “velo pietoso” sulla presenza di Feole e seguace! Adesso per i cittadini roccani è più facile capire le ragioni dei nostri ragionamenti e proclami, adesso i cittadini possono smascherare gli inciuci politici che partono dalle passate elezioni comunali,

capire il perché sono partiti ad un mese dalla presentazione delle liste i tanti lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, adesso possono meglio capire perché e cosa significano gli incarichi professionali assegnati. I cittadini oramai hanno capito il ruolo di finta opposizione di molti personaggi spinti solo da spirito di protagonismo e di arrivismo.

Noi abbiamo ulteriormente imparato da queste vicende e cercheremo nel futuro di non fare troppi errori. Restiamo, per quanto è possibile, a difesa dei cittadini tutti, non solo dei nostri simpatizzanti, ma anche di quelli che ingenuamente hanno creduto nelle “facezie” che hanno raccontato in questi anni. Esortiamo tutti i cittadini – conclude la nota – a farne tesoro ed a prendere una posizione netta nelle varie espressione TUTTE democratiche del VOTO e del NON VOTO che al massimo determinerà la ripetizione delle elezioni comunali tra qualche mese“.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Vincenzo Mario
Giornalista Pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Campania. Vicedirettore e Redattore di V-news.it. In oltre 15 anni di professione vanta numerose collaborazioni con i principali quotidiani cartacei e online di Terra di Lavoro ed esperienze in emittenti televisive e radiofoniche. Tra le principali esperienze e collaborazioni spiccano: giornalista e fotoreporter per “Il Giornale di Caserta” e inviato per “TRM – TeleradioMatese” - Gruppo “Lunaset”, corrispondente e Redattore per la "Nuova Gazzetta di Caserta", giornalista per il mensile “Fresco di Stampa”, giornalista radiofonico e speaker, curatore del Notiziario campano per RCS – Radio Circuito Solare,

    Comments are closed.