• Sab. Lug 2nd, 2022

Quali sono le finiture del gres porcellanato e a quali ambienti si adattano

DiRedazione V-news.it

Mag 19, 2022

Il gres porcellanato è un materiale sempre più richiesto per pavimenti e rivestimenti. Presenta infatti numerosi vantaggi: è molto resistente, può essere antiscivolo e offre una varietà di forme, colori, decori e finiture in grado di soddisfare anche le richieste più esigenti. Come ci si orienta quindi, quando l’offerta è così vasta? Non serve essere degli esperti di piastrelle ma di sicuro avere qualche indicazione in più può tornare utile al momento dell’acquisto. Vediamo allora quali finiture può avere un gres porcellanato e per quali ambienti sono più indicate.

Cos’è un gres porcellanato lappato?

La lappatura è una lavorazione che rende il gres porcellanato semi lucido e vellutato al tatto. È una finitura molto richiesta perché rende un ambiente curato ma allo stesso tempo sobrio. Per questo motivo si adatta facilmente a tutte le stanze della casa e spesso viene scelto anche per attività commerciali purché non siano ad alto calpestio.https://www.capolino1929.it/gres-porcellanato-effetto-cemento.html Questa finitura infatti potrebbe presentare dei piccoli segni di usura se sottoposta continuamente alle sollecitazioni del camminamento. Solitamente il gres porcellanato lappato è anche antiscivolo, un valore aggiunto da tenere in considerazione soprattutto se si hanno dei bambini.

Come si presenta un gres porcellanato naturale

È la finitura che in assoluto ha più resistenza e durevolezza nel tempo. Motivo per cui non ha limitazioni di utilizzo. Si adatta bene alle abitazioni ma anche a negozi e a zone soggette a sollecitazioni come possono essere gli aeroporti, le stazioni e i luoghi di passaggio nelle aziende. La superficie è opaca e antiscivolo e per questo si trova spesso semplicemente sotto il nome di gres opaco. È la tipologia di gres porcellanato più diffuso e si può trovare anche a prezzi molto vantaggiosi.

Tutte le caratteristiche del gres porcellanato lucido

Il gres porcellanato lucido anche detto levigato, è il più delicato tra tutte le tipologie. Non tanto nel materiale, che rimane solido allo stesso modo di altre finiture, ma piuttosto per la delicatezza della superficie. Il gres levigato infatti risulta specchiato e per questo è più soggetto a graffi in caso di cadute di oggetti o di utilizzo di scarpe con un tacco particolarmente rigido. Non è adatto quindi ad ambienti molto sfruttati come le attività commerciali mentre è utilizzabile in tutte le zone della casa purché non siano a contatto con l’acqua. Meglio evitare quindi bagni e cucine perché la lucidatura potrebbe macchiarsi. Se proprio non se ne vuole fare a meno in queste stanze, è consigliato utilizzare sempre dei tappeti per proteggere la superficie. La scelta del gres porcellanato lucido è sconsigliata anche nel caso in cui si sta cercando un pavimento che nasconda lo sporco. La specchiatura infatti mette subito in evidenza eventuali impronte, polvere e sporcizia anche quando la pulizia viene effettuata regolarmente. Questo tipo di finitura però è l’ideale se si cerca un pavimento che renda più raffinato ed elegante un ambiente, è quindi un’ottima base per accompagnare un arredo di design o per dare un tocco più lussuoso ad una stanza.

Il gres porcellanato perlato

La perlatura è una finitura che appare meno lucida della levigatura ma più luminosa della lappatura. Viene definita preziosa perché pur essendo una finitura semplice, rende molto raffinati gli ambienti in cui si trova. In più, dona molta luce, soprattutto se si sceglie in colori chiari. Viene chiamata perlata perché sembra come se la superficie abbia degli inserti brillantial suo interno e riesca a riflettere di più la luminosità che la colpisce. Non è indicata per ambienti ad alto flusso perché come la levigatura a lungo andare potrebbe presentare dei segni. È perfetta invece per gli ambienti domestici, indipendentemente che siano bagni, saloni o camere da letto.

Dove installare un gres porcellanato strutturato

Un gres porcellanato strutturato non presenta una finitura liscia ma può avere delle scanalature, dei rilievi o delle ruvidità. L’irregolarità della superficie aumenta la presa e risulta quindi meno scivolosa. Il gres con struttura è perfetto infatti per i pavimenti da esterno, per i rivestimenti della zona piscina oppure può essere utilizzato in bagni e cucine. Questo perché una finitura ruvida si comporta molto bene con le zone umide o bagnate, per questo viene consigliata anche per i centri benessere oppure per la zona doccia.

Le finiture del gres porcellanato si applicano a tutti gli effetti disponibili per questo materiale. Ad esempio, un gres porcellanato effetto cemento può avere una finitura naturale, lappata oppure lucida. Le combinazioni sono quindi tantissime ed è anche questo il punto di forza di questo materiale, la versatilità.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale