• Sab. Lug 2nd, 2022

“RE LAZZARONE”, la nuova cantata popolare dei Pastellesse Sound Group per elogiare Re Ferdinando I di Borbone

È stato appena pubblicato on-line il nuovo brano dei Pastellesse Sound Group – I Bottari di Macerata Campania (CE) dal titolo “RE LAZZARONE”. Sul canale YouTube del gruppo il videoclip: https://youtu.be/RSGTonnswf0.  Una cantata popolare scritta ed interpretata da Donato Capuano che nel brano viene accompagnato dalla voce di Mario Roggiero. Il brano ripercorre le migliori opere compiute da Re Ferdinando I di Borbone, Re di Napoli all’età di otto anni, un Re che amava parlare il dialetto napoletano e preferiva farsi affiancare dai Lazzari, da lui ritenuti i suoi sudditi più fedeli, al punto da passare, per molti, alla storia, come il Re Lazzarone.

La particolarità che accompagna il gruppo, nato nel 2006, è legata senza alcun dubbio alla tipologia degli strumenti utilizzati per la messa in opera dei brani musicali; botti, tini e falci sono infatti utilizzati, accanto ai più classici strumenti, nella produzione dello spettacolo musicale e vanno a creare quel particolare ritmo denominato “pastellessa”, un rituale che nasce a Macerata Campania in epoca precristiana, elemento principale della festa di Sant’Antuono la cui origine è riconducibile al XIII secolo, e che oggi giorno rappresenta una delle forme più incantevoli della poliritmia, dove la ricchezza e la sovrapposizione dei ritmi è un fattore fondamentale dell’espressione culturale e musicale.

Il gruppo, che dalla sua fondazione esegue concerti nel territorio nazionale, ha all’attivo già diverse pubblicazioni, “Tra Sacro e Profano“ anno 2014, il singolo “Sole e Sole (Lavoro Vero)“, anno 2015, nato dalla collaborazione con il gruppo Calatia e il rapper Fabio Farti, i singoli “Smània ‘e libertà” e “Lùce argiénto“ anno 2020 e “‘A jurnàta ‘e Sant’Antuono“ anno 2021.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa