Ven. Apr 10th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Recale. Domani lo “Spettacolo di Benvenuto al nuovo anno”

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

L’appuntamento di domani sera in programma a Recale nell’ambito del progetto “La Festa di Sant’Antonio Abate 2020” 

RECALE. Tutto pronto per domani sera. Nell’ambito dell’evento “Dodici giorni a Natale” che rientra nel progetto più ampio “La Festa di Sant’Antonio Abate 2020” e che vede coinvolti i comuni di San Nicola La Strada, Recale e Macerata Campania – domani sera a Recale è in programma lo “Spettacolo di Benvenuto al nuovo anno”.

“Abbiamo voluto organizzare una serata speciale per i nostri concittadini all’insegna dell’allegria e della musica. Aspettiamo tutti domani alle ore 20 nel teatro comunale di Recale, sito in località Camposciello”, fanno sapere il sindaco Raffaele Porfidia e la consigliera delegata alla Cultura Gemma Argenziano. Ospiti d’onore saranno il noto attore e cabarettista Ciro Giustiniani (nella foto in alto) e il gruppo radio Rocket dal programma Made in Sud in onda su Raidue e la tribute band Lucio & dintorni. 

La “Festa di Sant’Antonio Abate edizione 2020” è un progetto realizzato dal Comune di Macerata Campania in partenariato con il Comune di San Nicola la Strada e il Comune di Recale, intervento co-finanziato da Regione Campania / Assessorato  allo  Sviluppo  e  Promozione  del  Turismo – Agenzia Regionale “CAMPANIA TURISMO” nell’ambito del  POC Campania 2014-2020 “Rigenerazione urbana, politiche per  il turismo e la  cultura.  Programma regionale  di  eventi  e  iniziative  promozionali”.

La festa di Sant’Antuono

La festa più importante e amata dai maceratesi è quella dedicata a Sant’Antonio Abate, meglio noto come Sant’Antuono, che ricorre ogni anno il 17 gennaio, coinvolgendo l’intero comune. Il 17 gennaio e nei giorni che precedono questa data si organizza la caratteristica sfilata delle Battuglie di Pastellessa, ovvero dei Carri di Sant’Antuono cioè carri allegorici a forma di barche le cui origini si perdono nel tempo; su questi carri i componenti, detti bottari di Macerata Campania, percuotono armonicamente botti, tini e falci, che utilizzati come dei veri e propri strumenti musicali da percussione producono la caratteristica sonorità meceratese, denominata appunto Pastellessa (o Pastellesse).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close