Antica Terra di LavoroArteCulturaNews

Recale. Restaurata l’edicola della Madonna dell’Arco

EVENTI IN EVIDENZA

L’intervento è stato finanziato con le risorse private

RECALE. L’edicola della Madonna dell’Arco, tra via Appia Antica e via Roma, a Recale, ritorna agli antichi splendori.

Il presidente del consiglio comunale Francesco Ommeniello e la consigliera comunale con delega alla Cultura Gemma Argenziano, accogliendo la richiesta di alcuni fedeli della zona, si sono messi all’opera e hanno compiuto il restyling.

I lavori di restauro sono stati eseguiti da Romolo Vitale, dipendente del Comune, ma nemmeno un euro è stato preso dalle casse dell’ente. L’intervento è stato finanziato con le risorse private dei due amministratori e realizzato da Vitale.

Ora, i recalesi potranno venerare la Vergine Maria e il Bambin Gesù in una cappellina che ha ritrovato sobrietà ed eleganza.

Anche a Recale il culto della Madonna dell’Arco è molto sentito e conta tantissimi fedeli devoti, che, ogni anno, organizzano pellegrinaggi al Santuario che si trova a Sant’Anastasia, in provincia di Napoli.  

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.