NewsNotizie dalla RegioneScuola

Riapertura delle scuole. Campania fanalino di coda

IL DISSENSO DELLE STRUTTURE PRIVATE.
Sebbene per tutta l’Italia il rientro tra i banchi sia stato stabilito per le scuole dell’infanzia e le prime classi delle primarie per il giorno 7 gennaio, in Campania questo non sarà possibile. Il governatore Vincenzo De Luca ha deciso di prorogare le “vacanze” natalizie di altri 4 giorni. A suo dire, per poter avere una più chiara idea di quelli che sono stati i contagi avvenuti durante il periodo delle festività.

“ L’unità di crisi della Regione Campania si è riunita per un analisi dettagliata dei dati epidemiologici in relazione alla possibilità di un ritorno in presenza a scuola al termine delle vacanze natalizie. È stato deciso che le scuole in Campania riapriranno il giorno 11 gennaio 2021. In tale data potranno tornare in classe gli alunni della scuola dell’infanzia e delle prime due classi della scuola primaria, esattamente com’era prima della chiusura delle scuole per la pausa natalizia. A partire dal 18 gennaio sarà valutata dal punto di vista epidemiologico generale, la possibilità del ritorno in presenza per l’intera scuola primaria, e successivamente, dal 25 gennaio per la secondaria di primo e secondo grado”.

Le pressioni che arrivano dalle strutture private sono molteplici e comprensibili, dato che queste ultime si AUTOFINANZIANO continuamente per poter garantire adeguati mezzi di prevenzione agli studenti, ai dipendenti e alle famiglie. Nonostante questo devono attenersi ai continui e repentini cambiamenti di leggi di questo periodo. Si vive, dunque, nell’incertezza. Non si possono fare progetti stabili e duraturi, le nostre leggi non lo consentono. Si pagano le conseguenze di quello che è stato il periodo prefestivo, in cui sono stati consentiti spostamenti da Nord a Sud , si pagano le conseguenze dei pochi controlli che ci sono stati nei giorni di zona rossa. I sacrifici che ci sono stati richiesti per la maggioranza non sono stati rispettati ed ecco che i contagi risalgono e chi ha voglia e necessità di lavorare continua a non poterlo fare.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Antonella Viccaro
1992 diplomata nel 2010 presso il Liceo Pedagogico e delle Scienze Umane di Vairano scalo. Autrice del romanzo " La bambina che ha conosciuto il ferro" 2019.

    Comments are closed.