Alto CasertanoNewsRiardoSocietà

Riardo. Il Consiglio comunale approva la Carta dei Diritti della Bambina

Su proposta dell’assessore e vicesindaca Luigina Betti

RIARDO. Il Comune di Riardo promuove l’affermazione e la tutela dei diritti delle donne fin dalla nascita. Su proposta dell’assessore e vicesindaca Luigina Betti, il Consiglio comunale di Riardo ha infatti approvato la Carta dei Diritti della Bambina.

La versione originale della Carta dei Diritti della Bambina è stata presentata ed approvata durante il Congresso della BPW Europa, tenutosi a Raykjavik nel 1997, a seguito di un seminario sul tema “Il futuro della bambina in Europa”, aggiornata del 2016, è un manifesto culturale strutturato in nove punti che abbracciano tutti gli aspetti in cui va declinata la parità di genere.

“In un momento storico in cui il femminicidio e, più in generale, la violenza contro le donne è emersa finalmente quale emergenza nazionale – ha affermato la vicesindaca Luigina Betti farci anche noi promotori di una educazione di genere che parte dalle generazioni future, dalla tutela delle nostre bambine, ci è sembrato un atto dovuto, un impegno solenne che come Amministrazione e come cittadinanza ci assumiamo per una società migliore”.

“La proposta della vicesindaca è stata ovviamente accolta e sposata in pieno dall’intero nostro gruppo consiliare”, ha affermato la capogruppo Gilda Della Torre “perché siamo convinti che il fenomeno della violenza di genere si combatta prima di tutto sul piano culturale. La politica, da questo punto di vista, riteniamo abbia anche un ruolo di promozione e di guida nella crescita di una comunità consapevole. L’approvazione della Carta dei Diritti della Bambina non è atto isolato ma è parte di una politica di genere che intendiamo portare avanti”.

“Era un impegno che avevamo assunto anche nella giornata del 25 novembre”, ricorda il sindaco Armando Fusco, “e che abbiamo onorato con convinzione adottando in Consiglio comunale la Carta dei Diritti della Bambina. Continuiamo a lavorare ogni giorno nella consapevolezza che accanto alle urgenze quotidiane a cui ci richiama la gestione della cosa pubblica, bisogna mantenere sempre uno sguardo lungo e di prospettiva per la crescita, anche culturale, della nostra comunità”.

“La Carta dei Diritti della Bambina era stata presentata dalla Presidente della Fidapa durante l’ edizione di “L’amore semina germogli non miete vittime”, sensibilizzazione e riflessione sul femminicidio e la violenza di genere, e noi abbiamo deciso, dopo la mia proposta, di adottarla, in modo da sensibilizzare i nostri piccoli cittadini” conclude la vicesindaca Luigina Betti.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.