• Mar. Mag 17th, 2022

Riardo. La Fiaccola della Pace sigla il Patto di Pace con l’I.C “Falcone – Borsellino”

Il cammino della Fiaccola della Pace è giunto a Riardo

Martedi 10 Maggio 2022, Il cammino della “Fiaccola della Pace” per chiedere il “Cessate il fuoco” è giunto a Riardo, bellissimo borgo dell’alto casertano comune partigiano della Resistenza.

Siglato il “Patto di Pace” con il Dirigente scolastico, la scuola riceve la nomina di “Scuola di Pace”. Alunni “Ambasciatori e Costruttori di Pace” esprimono il loro messaggio di Nonviolenza. Consegnato “Encomio di Pace” alla Città. Sottoscritto appello “Cessate il Fuoco”, messo a dimora l’Albero della Pace benedetto da don Vittorio Marra.

Celebrata martedi 10 Maggio la “Giornata e Marcia per la Pace” con la presenza della “Fiaccola della Pace” lo storico evento che fa parte dei percorsi della memoria storica dei 100 anni della grande guerra, è promosso dal “Movimento Ambasciatori per la Pace del Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato III° Millennio”, di concerto con il Prof. Vincenzo Di Lauro, Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “G. Falcone e P. Borsellino”(sede dell’Istituto di Riardo) ed il patrocinio del Comune di Riardo guidato dal Sindaco Armando Fusco.

Alla manifestazione hanno partecipato: la Presidente dell’Associazione Donne Come Noi, Claudia Russo; la Presidente della Pro Loco Mary Bonafiglia; il Presidente della Sezione Combattenti e Reduci, Gennaro Dragone; il delegato dell’ANPI di Caserta, Gianni Cerchia; il rappresentante del Comitato Festeggiamenti Maria SS della Stella, Izzo Antonio; i volontari della Protezione Civile, il rappresentante della Polizia Penitenziaria D’Iorio Nicandro, il personale della Polizia Locale ed il personale della Stazione Carabinieri di Pietramelara con il maresciallo Alessandro Silvestri.

Il festoso corteo, aperto dalla “Fiaccola della Pace”, affidata all’alunna Stella Canzano, è partito dalle aree pertinenziali della scuola con il saluto dei bambini della scuola dell’ infanzia (di cui referente è la docente Carmen Formicola), che hanno animato con bandierine della Pace, il corteo degli alunni. Dopo aver percorso diverse strade cittadine, la Marcia della Pace è confluita nell’area esterna della Casa Comunale, dove la Presidente Ginocchio ha illustrato le ragioni e l’attualità dell’iniziativa ricordando il dramma della guerra in Ucraina e la piaga delle tantissime guerre ancora in corso nel mondo. ” La Pace si costruisce mediante l’azione della Nonviolenza”, ha ricordato; quindi l’invito alla politica ad aprire strade al dialogo e al negoziato scongiurando l’uso delle armi che portano solo morte, devastazione, distruzione odio”. “La Pace invece, su esempio di Cristo, ripudia ogni forma di violenza”. Quindi sono seguiti gli interventi istituzionali del Sindaco Armando Fusco che ha ricordato l’importanza di questi eventi e di questi messaggi evidenziando che la Pace è fatta di azioni quotidiane, e l’importanza di essere sempre portatori di questo grande valore a partire dalle comunità dove si vive, quindi la famiglia e la scuola alla quale ha espresso un sentito ringraziamento per l’impegno nel realizzare questa significativa giornata dedicata alla Pace . “E’ dai piccoli comuni che deve partire questo messaggio che poi deve arrivare alla politica mondiale, e di cui noi dobbiamo farci promotori con il nostro esempio”. Poi ha ricordato l’importanza di avere cura della propria terra e di portarle rispetto. Quindi è seguito l’intervento del Dirigente Scolastico Vincenzo Di Lauro, il quale ha espresso la volontà come scuola di aderire all’invito del Movimento per la Pace promuovendo il percorso di Pace che deve partire tra i banchi di scuola. “Vogliamo imparare ad essere Costruttori di Pace, su esempio di Papa Francesco, imparare a fare la Pace ogni giorno, essere scuola di Pace”. Ha concluso. A seguire la parola al delegato del parroco Marco Stolfi ( assente per improrogabili impegni), don Vittorio Marra, al quale è stato affidato il compito di benedire l’Albero della Pace messo a dimora all’ingresso della Sede Municipale. L’ Albero della Pace , simbolo della mobilitazione della “Fiaccola della Pace” é stato dedicato alla “memoria dei caduti e di tutte le vittime innocenti delle guerre, attentati, stragi, terrorismo, criminalità e mafie”, dai 100 anni ad oggi e dedicato ai martiri della resistenza antifascista di Riardo. Ed ancora è stato dedicato per la Pace in Ucraina e nel mondo e per il “Cessate il fuoco”. Al vice Presidente del Movimento per la Pace Gino Ponsillo, il compito di declamarne la dedica riportata sulla targa di titolazione. L’Assessore Nicola De Nuccio si è messo a disposizione per la messa a dimora dell’Albero della Pace.

“Dobbiamo avere cura e rispetto di questo simbolo”, ha ricordato don Vittorio, “perchè immagine della difesa della vita”. “E’ questa la nostra battaglia”, ha evidenziato, indicando la frase riportata su uno dei bellissimi cartelloni realizzati dagli alunni: “Ogni battaglia è vinta prima che sia combattuta e sapete qual è la nostra battaglia? E’ quella di essere “Costruttori di Pace” . Quest’Albero della Pace che dobbiamo custodire, viene a ricordare a ciascuno di noi proprio questo compito”. Ha concluso.

Successivamente gli alunni delle scuole, opportunamente preparati dalle insegnanti coordinate dalle docenti di plesso: Maria Clelia Vito ( primaria) e Marisa Razzino (secondaria 1° grado) hanno declamato i loro lavori recitando significative frasi e poesie sulla Pace ricordando che la Nonviolenza è la strada sulla quale si costruisce la Pace, e a seguire testi di Gianni Rodari.

A seguire altri interventi istituzionali: il saluto del Presidente della sezione locale dell’ Associazione Nazionale Combattenti e Reduci Gennaro Dragone che ha ricordato che la Pace va sempre difesa; del delegato dell’ANPI provinciale e storico prof. Gianni Cerchia, che nel fare memoria di quanti figli di questa terra diedero la vita per difendere i valori della libertà, ha evidenziato in un momento cruciale come quello che stiamo attraversando anche a casa del conflitto ucraino, l’ importanza dell’articolo 11 della Costituzione che va applicato e difeso perchè “la Pace è un diritto sacrosanto” ed il il saluto di Pace del Vice Sindaco e delegato alla Pubblica Istruzione Gina Betti. La manifestazione è culminata con la cerimonia della sigla del “Patto di Pace” con il Dirigente scolastico dell’ I.C. “Falcone-Borsellino”, attraverso il quale la Scuola è stata nominata “Scuola per la Pace” del III Millennio. Una nomina importante, ha ricordato la Presidente Ginocchio agli alunni e ai docenti: “Da oggi voi siete alunni di una “Scuola di Pace”, alunni “Ambasciatori e testimoni di Pace”, da oggi fate entrare la Pace nella vostra vita e nelle vostre azioni, fatela diventare vostra amica, insieme a quest’Albero che la rappresenta. Anche voi docenti siete “Docenti Ambasciatori e testimoni di Pace”. Grazie per il vostro impegno e quanto realizzato con gli alunni per la bellissima Giornata di Pace odierna per la quale avete lavorato intensamente in queste ultime settimane. Grazie infine al Preside per avere aderito al progetto di Pace”. Ha concluso.

La Presidente Agnese Ginocchio, a nome del Movimento per la Pace, infine, ha rilasciato al Sindaco l’attestato speciale di “Encomio di Pace”, quale Sindaco di un Comune che fu partigiano della Resistenza nel ricordo dei tanti figli che furono vittima delle stragi naziste.

Altri attestati di ringraziamento alla vice Sindaca e delegata alla Pubblica Istruzione e alle Associazioni presenti ANCR e ANPI per il contributo apportato.

Ancora è seguita da parte del Sindaco, Dirigente scolastico ANCR, ANPI, Maresciallo Carabinieri, delegato del parroco, vice Sindaco, docenti, rappresentanti delle associazioni presenti e della giovane alunna rappresentante degli alunni che ha portato la Fiaccola, la sottoscrizione dell’appello “Cessate il fuoco” per essere mandato al Governo, così come si sta facendo in tutti i comuni dove la Fiaccola ha fatto tappa. In ultimo è voluto intervenire anche Massimiliano Mancini, un concittadino speciale che in un sintetico messaggio ha fatto capire che bisogna scegliere sempre la strada della Pace.

La straordinaria ed entusiastica partecipazione di Istituzioni, Associazioni, alunni e Cittadini, testimonia quanto il bisogno di Pace nel Mondo sia avvertito anche a Riardo. Presto anche con il Comune, così come introdotto durante la precedente amministrazione D’Ovidio, verrà avviato l’iter necessario per entrare a far parte del Comitato provinciale e nazionale degli Enti Locali Pace con la nomina di “Città per la Pace”.

Per visualizzare il video della manifestazione con tutti gli interventi collegarsi al seguente link: https://youtu.be/pxLsjRq9zYs. Il reportage foto invece è visualizzabile sulla pagina ufficiale fb della “Fiaccola della Pace”:  https://www.facebook.com/media/set/?vanity=fiaccoladellapace3millennio&set=a.2013405148868103 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa

Rispondi