• Dom. Ott 17th, 2021

La risposta di Noi per Riardo al gruppo consiliare LiberaMente-per Riardo

RIARDO. Il gruppo consiliare di maggioranza Noi per Riardo replica al gruppo di opposizione LiberaMente per Riardo.

Liberamente per Riardo.
Le menzogne e la falsa rappresentazione dei fatti in questo periodo storico appartengono solo a voi che liberamente ritenete di pubblicarle con l’unico scopo di seminare zizzania.
In risposta al vostro manifesto affermiamo che
Le manifestazioni della rassegna POC grandi eventi pari a 70000 € sono stati regolarmente svolti su un progetto approvato da questa Amministrazione con il coinvolgimento di svariate associazioni locali che riceveranno i compensi a loro spettanti appena la Regione accrediterà le somme.
NESSUN RITARDO PUÒ ESSERE IMPUTATO ALLA AMMINISTRAZIONE.
Abbiamo già precisato che il progetto per la sistemazione del centro storico è stato definito quando il Geom Russo era responsabile dell’ ufficio tecnico.
All’Ing.De Simone va solo il “merito” di averlo trasmesso alla regione.
Ma tutti gli atti relativi al finanziamento sono stati definiti da questa maggioranza che con celerità ha attuato anche la procedura di gara per l’affidamento dei lavori.
Il progetto per la sistemazione della casa comunale fu aggiudicato in via provvisoria dalla precedente amministrazione, e l’Ing.De Simone quando era responsabile dell’ufficio tecnico ha chiesto alla Regione di rifare la gara ma non ha mai provveduto a bandire la nuova gara per cui il finanziamento stava per essere revocato. Questa Amministrazione nel luglio 2019 ha riottenuto il finanziamento, rimodulato il progetto e la gara è in corso presso l’ASMEL .
Il progetto per il nuovo depuratore partito da un preliminare approvato dall’Amministrazione Fusco del 1996 fu diviso in due tronconi (impianto depurazione Ing. Palmieri – estendimento rete fognaria arch. Di Nuzzo arch. Natale). La regione non poteva finanziare il progetto poiché tra il depuratore e la rete fognaria non vi era nessun collegamento. Questa Amministrazione ha incaricato i tecnici che ben conoscevano la questione di unificare le due progettazioni per rendere l’opera fruibile ed ha notificato gli atti per l’esproprio dei terreni .
La regione Campania poco prima dello scorso Natale ha sottoscritto con l’attuale sindaco la convenzione per il finanziamento .
Il progetto per l’ampliamento del cimitero comunale è stato ereditato senza che fosse stata attivata la procedura per l’esproprio dei terreni dove realizzare le opere e privo di indagini geologiche e parere Asl.
Questa Amministrazione ha chiesto al progettista la rimodulazione dell’opera, ha notificato i decreti di esproprio dei terreni e sottoposto il progetto al parere Asl .
Appena concluso l’iter si chiederà agli interessati di formulare la domanda per la concessione dei loculi.
Precisazioni necessarie per smentire le menzogne politiche degli oppositori che ben conoscono le questioni.
Riguardo l’eredità di circa 700000 € di fondi versati dalla Ferrarelle si precisa che oltre due terzi di tale cifra sono vincolati (non sperperati !!!!!!!!)
la restante parte è stata utilizzata per bonifiche e salvaguardia del territorio. Infatti sono stati finanziati gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria del territorio, per bonificare la cripta sottostante la cappella nel cimitero, per le bonifiche in località Scarpati, Stazione, ruderi chiesa S.Antonio Abate ecc, per la pulizia dei canali di scolo e caditoie, ripristino funzionalità acquedotto comunale ecc…il tutto nel rigoroso rispetto delle norme di legge.
Relativamente alla calunnia politica di aver spezzettato lavori della stessa natura si precisa che a Gennaio 2019 è stato ottenuto il finanziamento cosiddetto decreto Salvini per la sistemazione della Villa Falcone e Borsellino, successivamente è stato ottenuto il finanziamento del cosiddetto decreto Fraccaro per la realizzazione della pista ciclabile. Con fondi comunali è stata finanziata la sistemazione delle due curve all’ingresso ed all’uscita del paese.
Con il riutilizzo di economie su mutui Cassa deposito e prestiti è stata finanziata la sistemazione della ex strada provinciale.
Tutte singole progettazioni che non potevano essere accorpate.
Per quanto riguarda l’accusa di aver speso 4880€ per eliminare inconvenienti sulle strade si precisa che tali interventi sono stati dettati da necessità ed urgenza al fine di evitare che l’ente fosse esposto a rischio di risarcimento danni.
Per quanto riguarda il debito Enel ereditato i consiglieri oggi di opposizione conoscono perfettamente che il debito è di oltre 400 Mila euro e riguarda passate gestioni e se leggessero le determine di liquidazione comprenderebbero che a scadenze regolari il Comune sta pagando le rate – debito.
Con riferimento alle utenze telefoniche dovrebbe il capogruppo di opposizione spiegare il vantaggio che il Comune riceve dall’aver sottoscritto il contratto con il gestore Vodafone su sua proposta, difatti la corrispondenza tra la Vodafone ed il Comune fu gestita dal consigliere Amoruso.
In merito alla questione del servizio di igiene urbana si ribadisce che la ditta aggiudicataria della gara non può essere contrattualizzata poiché non è in regola. Esaminati i requisiti della ditta risultata seconda è stato riscontrato che neanche questa è in regola. Per cui oggi si stanno esaminando i requisiti della ditta arrivata terza.
Relativamente al servizio civile questa Amministrazione nonostante l’ostruzionismo del consigliere Amoruso ha ottenuto il finanziamento del progetto che a breve partirà, così come già è pronto il bando per l’ erogazione dei pacchi alimentari 2020. Concludiamo dicendo che l’operato di questa Amministrazione che verrà giudicato dagli elettori al termine del mandato sarà sicuramente positivo in quanto il paese sarà mutato positivamente dal punto di vista strutturale e gestionale, nonostante la volontà ostruzionistica che Liberamente Amoruso Gaetano, Barbarino Marco, Canzano Antonio e Carbone Elio manifestano e continueranno a manifestare sino a tale data.

Noi per Riardo

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale