• Gio. Ott 21st, 2021

Riardo. LiberaMente-per Riardo: “La politica del Fare”…. Sogni e menzogne!

Nota del gruppo consiliare LiberaMente-per Riardo

RIARDO. Il gruppo di opposizione LiberaMente-per Riardo attacca l’Amministrazione comunale.

La prerogativa imprescindibile di chi oggi si trova ad amministrare un comune, dovrebbe essere quella di programmare e progettare, al fine di reperire finanziamenti che vengono messi a disposizione volta per volta, attraverso bandi, dai vari enti sovraordinati.

A tal proposito è giusto fare delle precisazioni: questa amministrazione, oltre ad un esiguo finanziamento per eventi culturali (a causa dei ritardi del comune, le associazioni che vi hanno partecipato, non hanno percepito ancora nulla del supporto economico che gli spetta), ad oggi, non è stata in grado di ottenere un centesimo di euro per progetti da essa stessa presentati. Pertanto, con un briciolo di correttezza politica e un po’ di garbo istituzionale, bisognerebbe dare a Cesare quel che è di Cesare, e di conseguenza, dire le cose come stanno:
-il progetto delle strade del centro storico, dove a breve partiranno i lavori, è stato presentato durante la gestione commissariale, dall’allora responsabile dell’area tecnica Ing. Angelo De Simone;
-la casa comunale, il depuratore e l’ampliamento del cimitero, sono progetti ereditati dalle amministrazioni Izzo e D’Ovidio. Anzi, per il depuratore, un accorgimento da parte di questa amministrazione c’è stato, quello di ridurre, previa convenzione stipulata, il compenso ai progettisti. Molto stranamente, i tecnici (Riardesi), in proporzione, percepiranno meno di RUP e supporto al RUP.

Ciò che ci preme sottolineare, è il prosciugamento che si sta attuando sul capitolo di bilancio 3400.00, ossia sui fondi che Ferrarelle versa al comune, in base alla quantità di acqua che estrae. Questa amministrazione ha ereditato dalla passata gestione, in questo capitolo, circa 700.000 €. Una buona fetta è andata via in ordinanze di somma urgenza: più di 15 dall’atto dell’insediamento, con annessi affidamenti diretti, quasi sempre senza preventivare la spesa e puntualmente con liquidazioni da capogiro; l’ultima in ordine di tempo, nel centro storico, ci è costata 14.500€; il restante ha intrapreso la strada del sistematico spezzettamento degli interventi, nonostante siano della stessa tipologia, fatti nello stesso periodo e tassativamente affidati in maniera diretta.

Vedete, noi preferiremmo parlare di futuro, scuola, formazione, innovazione, occupazione, efficientamento energetico; preferiremmo parlare di welfare, di che fine hanno fatto le politiche sociali, il supporto alle fasce deboli della popolazione, i pacchi alimentari, i bonus libri. Ma non possiamo fare a meno di evidenziare ciò che quotidianamente accade, non possiamo fare a meno di notare che si spendono 4.880 € per eliminare gli inconvenienti su strade dove meno di un mese dopo è stato rifatto l’asfalto; e di conseguenza ci chiediamo, e Vi chiediamo, se questa amministrazione stia agendo, ponendosi come priorità l’interesse dei Riardesi. Svolgere lavori in contemporanea e suddividerli in 4 diverse determinazioni, affidandoli così in maniera diretta, senza gara o procedura negoziata, significa fare l’interesse dei Riardesi? Non credete che sarebbe stato più economico e vantaggioso bandire un’unica gara, in cui più ditte avrebbero dovuto concorrere offrendo prezzi più bassi e migliorie?

Non credete che 15 mesi (e non ancora si vede la luce in fondo al tunnel) siano troppi per contrattualizzare la ditta di raccolta e smaltimento rifiuti?
Il problema è che le “buone” notizie non finiscono qua: qualcuno ha sostenuto che ha ripianato un debito di 400.000 € con l’enel.

Quanto è stato pagato di questa somma? Zero Euro! Anzi, il debito è aumentato perché il comune di Riardo non ha pagato neanche una fattura riguardante i consumi dell’intero 2019, neanche una!!! Idem dicasi per le utenze telefoniche.

Ecco, cari Riardesi, noi speriamo che qualche amministratore torni in se e ponga l’interesse comune davanti alle ambizioni personali, mettendo fine a questa politica dello “spendi e spandi”, che nulla ha a che vedere con il programma presentato agli elettori 18 mesi fa, e che ci porterà ad un accumulo dissennato di debiti, che inevitabilmente pregiudicheranno il nostro futuro e quello dei nostri figli.

LiberaMente-per Riardo

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale