News

Rincari abbonamenti TIM: quali tariffe e come disdire il contratto

Capita spesso di ricevere una comunicazione da parte del proprio operatore telefonico relativa ad un aumento di tariffa o alla rimodulazione dei costi di determinati servizi.

È questo il caso di TIM che quest’estate ha annunciato l’arrivo di alcune rimodulazioni per i clienti. Le modifiche comprendono un rialzo dei costi degli abbonamenti mensili, accompagnati da un aumento di prezzo di alcuni servizi e dispositivi spesso utilizzati dai clienti, come il modem o il telefono fisso.

TIM si è mossa in largo anticipo e, tramite apposita lettera allegata alle fatture di agosto, ha fornito agli utenti un elenco di tutte le modifiche con validità dall’1 ottobre 2020.

I rincari previsti per gli abbonamenti riguardano principalmente le offerte di telefonia fissa. Le ragioni esposte da TIM in merito alle rimodulazioni sono da individuare in “esigenze di carattere economico dovute al mutamento delle politiche commerciali”. Tuttavia, gli utenti sono stati messi nelle condizioni di esercitare il diritto di recesso dal contratto senza addebito di penali, dando comunicazione entro il 30 settembre 2020.

Oltre tale data, il cliente può sempre esercitare il diritto di recesso previo pagamento di penali.

In questa guida di UfficioPostale sono riportate tutte le indicazioni utili e i moduli per la disdetta del contratto TIM in modo semplice e veloce. La guida viene costantemente aggiornata ogni volta che il processo subisce delle modifiche, così da non compiere errori che possono portare gli utenti a pagare ulteriori costi di penalità.

In merito agli aumenti di TIM, subiranno un rincaro di 1,90 euro al mese gli abbonamenti di telefonia fissa Tutto Voce, Tutto Voce con Sconto Special, Tutto Voce con Sconto Fedeltà e Voce senza limiti. I clienti abbonati a Tutto Voce Superspecial e Linea ISDN, invece, vedranno un aumento di 2 euro.

Cambieranno anche le condizioni di noleggio di certi accessori. La quota mensile della presa a spina passerà a 0,49 euro, quella del noleggio dei telefoni a 1,16 euro e quella del noleggio del modem a 1,62 euro.

Sanno soggetti a rincaro, inoltre, i costi di alcuni servizi supplementari come “Chi è” (abbonamento che consente di visualizzare il numero della persona che sta chiamando sul display del proprio telefono) che aumenterà di 1 euro, passando da 3,00 a 4,00 euro mensili.  

A partire dall’1 ottobre 2020 vi sarà anche un rincaro sulle offerte relative alle chiamate internazionali da linea fissa: l’abbonamento a Welcome Home passerà a 1,57 euro al mese, Nuova Welcome Home a 2,51 al mese, mentre l’offerta Voce Internazionale salirà a 2,61 euro al mese.

Infine, per incoraggiare i pagamenti in formato digitale, TIM addebiterà 0,50 euro extra per ogni fattura ricevuta in formato cartaceo.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.