• Mar. Ott 19th, 2021

Roccamonfina. Buoni spesa alimentari della PC, bando già scaduto

E’ scaduto ieri il termine per poter usufruire del sostegno per fare la spesa

Roccamonfina e i buoni spesa, in molti segnalano una scarsa pubblicità del bando

ROCCAMONFINA – Buoni spesa alimentari della Protezione Civile, è scaduto ieri il termine per usufruirne. Come per tutti i comuni d’Italia, anche il Comune di Roccamonfina ha ricevuto fondi per i buoni spesa alimentari da parte della Protezione Civile Nazionale,

fondi stanziati dalla stessa nell’ambito della crisi provocata dalla pandemia del Coronavirus, per cercare di venire incontro alle difficoltà dei nuclei familiari più svantaggiati economicamente. Grazie all’Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile Nazionale OCDPC n. 658 del 29 marzo 2020, al Comune di Roccamonfina è andata la somma di 30.539 euro da utilizzare per fornire buoni spesa alimentari alle famiglie in difficoltà economiche.

Un provvedimento che si cumula alle varie iniziative di solidarietà avviate allo stesso tempo da varie associazioni del territorio e dalla Fondazione Nicola amore che ha raccolto donazioni per la stessa causa. Ebbene ieri, 20 aprile 2020 è scaduto il termine per poter presentare la domanda per poter richiedere il beneficio.

Parte del disciplinare per usufruire dei buoni spesa della Protezione Civile

Le domande, secondo quanto stabilito dal relativo disciplinare adottato dall’amministrazione comunale roccana, potevano essere inoltrare a partire dallo scorso 14 aprile e al massimo fino alle ore 12:00 di ieri 20 aprile. Proprio secondo l’articolo 4 del disciplinare le domande dovevano essere presentate

“compilando il modello allegato scaricabile dal sito internet istituzionale del Comune di Roccamonfina e dovrà pervenire al seguente indirizzo di posta elettronica [email protected] a partire dal 15/4/2020 e dovrà pervenire, a pena di inammissibilità, entro e non oltre le ore 12.00 del 20/04/2020.

Non saranno tenute in considerazioni istanze prevenute precedentemente alla pubblicazione del presente avviso – si legge all’art 4 del disciplinare – . Nel caso di assoluta impossibilità ad utilizzare i mezzi informatici descritti, il modello di domanda potrà essere presentato in forma cartacea al protocollo dell’Ente, previo appuntamento telefonico ed presentazione secondo gli orari stabiliti previo utilizzo dei dispositivi di prevenzione.

Restano fermi i tempi e le prescrizioni previste per l’invio telematico a mezzo pec. Non sono ammesse altre modalità di invio e le istanze pervenute oltre i termini sopra indicati non saranno inserite in graduatoria”.

Acquisite le domande l’Ente Comune procederà a stilare una graduatoria, sempre secondo i parametri stabiliti dal disciplinare (consultabile al seguente link http://www.comune.roccamonfina.ce.it/index.php?action=index&p=1&art=191 ), secondo la quale saranno assegnati e distribuiti i buoni spesa.

Non manca in merito qualche malumore tra chi sostiene che i tempi per poter accedere ai buoni spesa della Protezione Civile siano stati troppo stretti col rischio di lasciare fuori parecchi potenziali beneficiari.

L’avviso pubblicato sul sito dell’Ente Comune di Roccamonfina

Inoltre in molti segnalano che sarebbe stata necessaria una maggiore pubblicità del bando. L’avviso è stato pubblicato sul sito ufficiale del Comune di Roccamonfina (foto in alto ndr) ma non ha avuto una risonanza ampia magari attraverso i social o un avviso pubblico chiaro ed accessibile pienamente all’utenza come avvenuto in altri comuni (si veda ad esempio l’avviso pubblico del Comune di Vairano Patenora, dove tra l’altro si specifica che i buoni devono essere spendibili entro e non oltre il prossimo 15 maggio – foto in basso ndr).

L’auspicio è che il maggior numero possibile di nuclei familiari roccani che ne hanno realmente bisogno possano usufruire dei buoni spesa della Protezione Civile che, seppur una goccia in un mare di difficoltà, rappresentano comunque un aiuto in un momento così difficile per l’Italia intera.

In molti inoltre auspicano e chiedono che ci sia la massima vigilanza sull’utilizzo di tali fondi. Non mancano ad esempio dei comuni nei quali per precauzione la gestione dei buoni spesa alimentari è stata delegata ai Carabinieri al fine di evitarne possibili utilizzi impropri.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Vincenzo Mario

Giornalista Pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Campania. Vicedirettore e Redattore di V-news.it. In oltre 15 anni di professione vanta numerose collaborazioni con i principali quotidiani cartacei e online di Terra di Lavoro ed esperienze in emittenti televisive e radiofoniche. Tra le principali esperienze e collaborazioni spiccano: giornalista e fotoreporter per “Il Giornale di Caserta” e inviato per “TRM – TeleradioMatese” - Gruppo “Lunaset”, corrispondente e Redattore per la "Nuova Gazzetta di Caserta", giornalista per il mensile “Fresco di Stampa”, giornalista radiofonico e speaker, curatore del Notiziario campano per RCS – Radio Circuito Solare,