Ven. Ago 23rd, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Roccamonfina. Case, chiese e negozi ripuliti: è ancora emergenza furti

3 min read

Dopo un periodo di relativa tregua i ladri sono entrati nuovamente in azione nelle scorse notti.

La banda da mesi tiene praticamente in ostaggio una intera comunità. Impotenti le Forze dell’Ordine.

ROCCAMONFINA – Ancora una raffica di furti nelle ultime due notti nel comune di Roccamonfina. Dopo un breve periodo di relativa calma i ladri sono tornati in azione. Sono state svaligiate diverse abitazioni sia nel centro cittadino che nelle frazioni.

Martedì notte i ladri sono entrati in azione in località San Domenico e in via Napoli, in pieno centro cittadino, dove hanno svaligiato l’abitazione della Famiglia Feole ed il sottostante esercizio commerciale “Fattorie Migliozzi”. Gravi i danni provocati sia al’abitazione privata che al negozio.

I malviventi sono entrati in azione di notte ed hanno sorpreso nel sonno i coniugi Feole che non si sono accorti di nulla. Probabilmente sono stati narcotizzati. Hanno messo la casa letteralmente a soqquadro portando via soldi, gioielli e finanche un mobile in legno.

Nel negozio sottostante l’abitazione è stato portato via l’incasso della giornata. Qui i ladri sono entrati da una finestra sul retro e oltre ai soldi hanno portato via anche dei cibi e delle birre.

Nella stessa nottata i malviventi, presumibilmente la stessa banda, sono entrati in azione anche alla frazione Torano-Filorsi dove hanno fatto saltare dei fusibili alla centralina Enel del paese lasciando al buio intere zone per poi entrare in azione.

Dopo il blitz alla centralina hanno rubato all’interno della Chiesa di San Giovanni Battista. Hanno raziato le offerte dei fedeli nei porta candele e provocato danni al luogo sacro. In seguito hanno provato a svaligiare delle abitazioni. Ieri notte ancora presso la frazione Torano-Filorsi i ladri sono tornati ad agire cercando di svaligiare alcune abitazioni.

Sembra che nelle ore antecedenti i furti sia stata avvistata un’auto sospetta in giro per il comune, un’Alfa Romeo 147 di colore marrone con tre persone a bordo. La situazione a Roccamonfina è ormai insostenibile. L’emergenza furti va avanti da mesi ed i cittadini sono costretti a barricarsi in casa per evitare spiacevoli sorprese.

Il sindaco di Roccamonfina Carlo Montefusco

A nulla sono valsi gli appelli e le sollecitazioni dell’amministrazione locale guidata dal sindaco Carlo Montefusco nei confronti del Prefetto di Caserta che aveva assicurato nei mesi scorsi un maggior controllo del territorio da parte delle forze del’Ordine, ormai sempre più impotenti dinanzi alle continue razzie.

I cittadini più volte sono stati costretti ad attuare delle ronde civiche nel tentativo di scoraggiare i ladri e segnalare sospetti alle Autorità. Si teme che si possa arrivare ad un vero e proprio Far West a causa dell’esasperazione dei cittadini.

Da qui la richiesta da parte della comunità locale alle Istituzioni affinché venga davvero garantito un maggior monitoraggio e controllo del territorio da parte delle Forze dell’Ordine ed attuate al più presto tutte le misure di deterrenza contro il fenomeno, a partire da efficaci sistemi di videosorveglianza nelle aree più sensibili della cittadina.

www.v-news.it

LEGGI ANCHE:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open