Lun. Ott 14th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Roccamonfina – Castanicoltura, il Prof. Alma invitato nuovamente in città dalla ‘Verde Collina’

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

A distanza di più di dieci anni dalla prima visita il Prof. Alma, tra i massimi esperti e studiosi nazionali ed internazionali di castagni e di lotta al cinipide galligeno, potrebbe tornare nuovamente a Roccamonfina. il presidente dell’associazione Verde collina, Franco Di Pippo, il consigliere delegato all’agricoltura, Beniamino Martino, il tecnico dell’associazione, Mario Conti e l’esperto in castanicoltura, Carmine Brosco, il 19 luglio 2016, hanno partecipato ad una visita nei castagneti del viterbese insieme al prof. Alma, Angelo Bini ed altri castanicoltori. La situazione nel viterbese é molto simile a quella dell’areale di Roccamonfina, dell’ avellinese e del salernitano. Con l’occasione abbiamo invitato il professore Alma a visitare i nostri castagneti e, con molto piacere, il prof. ha dato la sua disponibilità nel periodo dal 30 settembre al 2 ottobre (la visita sarà poi eventualmente confermare). La visita del Prof. Alma servirebbe a fare un punto sulla situzione nel comune vulcanico che quest’anno

Franco Di Pippo

presenta nuovamente una recrudescenza dell’infestazione della “vespa cinese”. Gli addetti ai lavori infatti prevedono un crollo della produzione di castagne prossimo al 100% con gravissime conseguenze per l’intera economia locale. Le indicazioni di Alma su come affrontare l’emergenza potranno essere certamente utili anche se bisogna evidenziare che già in occasione della sua prima visita, il professore evindenziò come la lotta al cinipide avrebbe richiesto tempo (almeno dieci anni) e risorse (sia economiche che umane) adeguate. Molte delle sue principali indicazioni su come fronteggiare l’infestazione sono di fatto state disattese, basti pensare al’uso massiccio di fitofarmaci impiegati in questi anni nel territorio vanificando così gli sforzi per attuare la lotta biologica.

rotazione_flash

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open