• Gio. Ott 21st, 2021

Roccamonfina. Consiglio comunale, Montefusco sostituisce il CDA della Fondazione Amore. Di Biasio subentra alla Tari

DiThomas Scalera

Feb 28, 2017

Si preannuncia un consiglio comunale “caldissimo” quello che si svolgerà giovedì prossimo, 2 marzo, a partire dalle ore 18:00 presso la Sala consiliare del Municipio sito in piazza Nicola Amore. All’ordine del giorno due soli punti: la nomina del consigliere comunale supplente in sostituzione dell’ex primo cittadino Maria Cristina Tari, e la nomina dei nuovi componenti del Consiglio di Amministrazione della “Fondazione Nicola Amore per Roccamonfina”. Per quanto riguarda il primo punto sarà Italo Di Biasio a subentare all’ex primo cittadino raggiunto lo scorso sei febbraio dal provvedimento prefettizio di sospensione dalla carica di consigliere comunale. Il provvedimento del Prefetto è scaturito a seguito della recente condanna della Tari a 2 anni e 8 mesi in primo grado per le note vicende che l’hanno interessata nel corso del suo secondo mandato. Italo Di Biasio, già consigliere ed assessore del Comune di Roccamonfina durante le amministrazioni Tari, siederà al fianco di Vittorio Santantonio nel gruppo di minoranza “Progetto Rocca”. Successivamente andrà in scena l’atto più atteso, quello che vedrà certamente un aspro confronto tra le parti politiche: la nomina dei nuovi consiglieri di amministrazione della Fondazione Nicola Amore per Roccamonfina”. Il primo cittadino Carlo Montefusco, per volontà unanime della maggioranza consiliare, procederà alla nomina di Maria Di Petrillo, Giuseppe Fusco, Silvana Cunto, Valeria Zarli (già nominata in precedenza consigliere in sostituzione del dimissionario Franco Di Pippo) e Bruno Aruffo quali nuovi componenti del CDA della Fondazione in sostituzione di Emma Petrillo, attuale Presidente, Tommaso Fusco, Alberto Santantonio e Patrizia Nafisio. Nonostante la nota inviata nei giorni scorsi dalla Regione Campania nella quale si sottolinea che la “vigilanza” sull’operato della Fondazione spetta agli uffici di Palazzo Santa Lucia, l’amministrazione Montefusco vuole procedere ugualmente alla sostituzione del CDA che non è considerato più “degno” di svolgere il suo operato in virtù di presunte irregolarità commesse in passato. Com’è noto l’attuale CDA fu nominato dall’ex sindaco Tari ed è considerato troppo “di parte” dai nuovi amministratori locali determinati a gestire in modo diretto con uomini di fiducia il milionario patrimonio della Fondazione che per Statuto è obbligata ad occuparsi dei poveri e bisognosi del Comune di Roccamonfina. Lo scontro politico in merito dura ormai da mesi a suon di carte bollate e nomina di legali di fiducia. Al momento tutto lascia presupporre che tale scontro è destinato a proseguire anche dopo l’assise pubblica di giovedì.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru