News

Roccamonfina. Deportati, il 27 gennaio cerimonia a San Giovanni in Persiceto. Sarà presente una delegazione roccana

 

Tutto è nato dalla ricostruzione storica operata da un gruppo di giovani roccani nell’ambito dell’iniziativa “Una storia da raccontare”. Il tema è quello dei deportati della Seconda Guerra Mondiale: centinaia di uomini, giovani, costretti a lasciare il proprio paese, le proprie famiglie, le proprue mogli, i propri figli a causa della repressione brutale delle forze nazifasciste. Era il 23 settembre del 1943 quando a seguito dei rastrellamenti operati dai nazisti nel comune vulcanico, numerose persone di Roccamonfina furono messe su un convoglio che partì dalla stazione di Fondi (Latina) per condurle presso i campi di concentramento. Il convoglio, tra le altre, fece tappa (il 25 settembre ’43) anche nel comune emiliano di San Giovanni in Persiceto (Bologna). Qui avvenne un episodio che grazie a diverse testimonianze, è stato ricostruito facendo venire a galla una storia di grande umanità e generosità. All’arrivo del treno la popolazione di San Giovanni in Persiceto vedendo le condizioni alle quali i deportati erano costretti, stipati come animali senza cibo nè acqua, decisero di intervenire. Fu dato loro cibo e acqua e parole di conforto. Un gesto che è rimasto nei cuori e nelle menti dei sopravvissuti. Un gesto che tornato alla luce ha generato un’amicizia profonda tra le due comunità. Infatti a seguito dell’iniziativa “Una storia da raccontare” è nato un gemellaggio ufficiale tra i due comuni. La comunità emiliana lo scorso settembre ha inoltre inviato una sua delegazione in occasione della manifestazione creata dal gruppo di lavoro dei ragazzi roccani. A fine mese sarà invece una delegazione roccana a presenziare ad una iniziativa analoga che si svolgerà nel comune emiliano. Il prossimo 27 gennaio, in occasione del “Giorno della Memoria” (giornata dedicata alla commemorazione delle vittime dell’Olocausto) presso la Biblioteca comunale di San Giovanni in Persiceto si svolgerà un incontro promosso dalla locale sezione ANPI – Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (anch’essa partecipò all’iniziativa svoltasi a Roccamonfina), nel corso del quale sarà ricordato l’episodio avvenuto nel settembre del ’43. Presenzieranno all’evento Patrizia Ionata Presidente dell’ANPI di Persiceto, Maura Pagnoni Assessore alla Cultura, Andrea Ferrari ricercatore dell’ANED – Associazione Nazionale ex Deportati di Bologna, il testimone vivente Mauro Forni ex ferroviere ed Ester Di Pippo, testimone di seconda generazione e membro del gruppo di lavoro “Una storia da raccontare” di Roccamonfina. Per ulteriori informazioni in merito è possibile visitare il sito web del comune di San Giovanni in Persiceto www.comunepersiceto.it o la pagina Facebook “Una storia da raccontare”.

 

Un video della celebrazione svoltasi a Roccamonfina:

 

LEGGI ANCHE:

https://www.v-news.it/roccamonfina-deportati-nei-lager-nazisti-domani-la-cerimonia-onore/

Roccamonfina. Progetto di rilancio “Il Vulcano, i suoi borghi, la sua costa”, Montefusco: “Occasione importante per il territorio”

 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Comments are closed.