• Mer. Ott 20th, 2021

Roccamonfina – Dipendenze e territorio, sabato 23 l'incontro promosso da 'Progetto Rocca'

DiThomas Scalera

Gen 18, 2016

Si svolgerà sabato 23 gennaio a partire dalle ore 09:00 presso un noto albergo sito nella centrale piazza Nicola Amore, il convegno “Le Dipendenze e il Territorio – il gioco e l’alcool come patologia misconosciuta nei nostri Comuni”, promosso dall’associazione “Progetto Rocca”. L’associazione retta dal presidente Dott. Amato Simeone ha ufficialmente invitato all’evento, tra gli altri, i sindaci dei comuni di Roccamonfina, Galluccio, Tora e Piccilli, Conca della Campania, il presidente della Comunità Montana “Monte Santa Croce” e le Forze dell’Ordine. Il programma del meeting prevede dopo i saluti delle autorità, la discussione dei seguenti argomenti: – “Generalità della problematica relativa alle dipendenze patologiche: costi e risvolti per il territorio e le famiglie” , relazionerà Dr. E. Parente, Direttore f.f. UOC SER.D Sessa Aurunca/Teano/Piedimonte Matese – Asl Ce; – “Inquadramento clinico della dipendenza da gioco”, Dr. A. Rocco, dirigente medico responsabile Centro Cefalee Cerbero Asl Napoli 2 Nord; – “Una vita da bere: l’alcol e le sue problematiche”, Dr. D’Auria Responsabilpiazza amoree UOC Nuove dipendenze e riabilitazione – SERT Casavatore ASL Napoli 2 Nord; – “Strategie d’aggancio terapeutico e lavoro con le famiglie”, Dott.ssa Concetta Padricelli; – “Testimonianza dei Medici di base su alcol e gioco patologici nel territorio”, interverrà il Dott. Massimo Del Forno, medico di famiglia di Roccamonfina; – “La legalizzazione del gioco e l’accessibilità”, interverrà il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Roccamonfina Maresciallo Pietro Salvo; – “La speranza sui nostri ragazzi”, intervento di un gruppo di ragazzi delle terze classi della scuola Media comprensorio Roccamonfina-Galluccio. La cittadinanza è invitata a partecipare.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru