• Mar. Ott 26th, 2021

Roccamonfina. Dissesto strade provinciali, Montefusco: “Attendiamo i finanziamenti, situazione assurda”

DiThomas Scalera

Feb 6, 2017

E’ rammaricato per l’incresciosa situazione delle strade provinciali che attraversano il territorio comunale il primo cittadino roccano Carlo Montefusco. Da diverse settimane si susseguono le segnalazioni circa la condizione pietosa del manto stradale delle principali arterie provinciali che collegano Roccamonfina agli altri comuni del comprensorio montano. Purtroppo si susseguono anche gli incidenti. Gli automobilisti ed i cittadini sono esasperati ed ogni giorno rischiano anche la vita nel percorrere strade ormai ridotte a campi di battaglia. Vere e proprie “voragini” costellano le strade mettendo seriamente a rischio l’incolumità delle persone e dei mezzi che le percorrono quotidianamente. “Attendiamo dei finanziamenti per il rifacimento del manto stradale per le arterie provinciali che versano in una condizione assurda, non da paese civile – dichiara il primo cittadino Montefusco. Entro la primavera dovrebbero partire i lavori. Purtroppo la responsabilità della manutezione è dell’Ente Provincia e non abbiamo competenze specifiche per poter intervenire nè possiamo farlo rischiando di scavalcare competenze appunto e creare contenzioni tra istituzioni. Come amministrazione ci auguriamo che al più presto vengano eseguiti gli interventi e sollecitiamo costantemente l’Ente di Corso Triste in tal senso. Sarebbe gravissimo se, viste le condizioni attuali ed i rischi per i cittadini, i lavori per i quali sono stanziate le risorse non dovessero essere eseguiti”. Il problema è molto sentito dalla cittadinanza e dura ormai da diversi anni. Nell’ultimo biennio però la condizione delle strade provinciali nell’area della Comunità Montana “Monte Santa Croce” è notevolmente peggiorata e parallelamente l’Ente Provincia ha subito un ridimensionamento (tagli dal Governo e soppressione dei trasferimenti anziché delle “poltrone”) impedendo di fatto l’esecuzione di lavori di ripristino. Gli unici interventi eseguiti sin qui sono stati i classici “tappabuchi”. Poche secchiate di catrame che alle prime piogge viene divelto peggiorando soltanto la situazione. I cittadini iniziano anche a mobilitarsi per quella che è divenuta una vera e propria emergenza. Non si escludono nelle prossime settimane delle azioni di sensibilizzazione e delle proteste ufficiali per denunciare lo stato vergognoso delle strade nell’alto casertano.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru