• Mer. Ott 20th, 2021

Roccamonfina. Situazione strade comunali, Di Pippo replica alla Tari

DiThomas Scalera

Gen 4, 2016

11218472_1450020011977078_970299889007512159_n
Mario Di Pippo

ROCCAMONFINA. L’assessore Mario Di Pippo del gruppo La Primavera Roccana replica a Letizia Tari in merito alla situazione delle strade comunali che, secondo il consigliere di minoranza, versano in uno stato pietoso. “In questi giorni, come da tempo ormai, sento giudicare il nostro operato, in particolare in relazione al rifacimento del manto stradale che stiamo attuando in questo periodo – ha detto Di Pippo – Ho letto proprio oggi un articolo su un sito nel quale l’attuale consigliere di minoranza Tari critica il fatto che i lavori per la riqualificazione delle strade non sono iniziati, dimenticando, come sta accadendo troppo spesso, che lei è stata sindaco di Roccamonfina per 8 anni e vice sindaco di Feole per altri 5. Noi vorremmo amministrare questo paese diversamente da come l’ hanno amministrato loro, forse questo da fastidio. La Tari pare abbia dimenticato completamente tutto; vi faccio una breve cronistoria dei fatti:
-il finanziamento per il rifacimento di alcune strade è stato concesso con Decreto Legislativo n°601 del 29/12/12;
-con decreto dirigenziale n°10 del 22/04/13 venivano approvate le linee guida;
-il verbale di gara e di affidamento dei lavori risalgono al 04/02/14;
-l’ importo con il ribasso è di circa 140 mila euro e non di 280 mila, come afferma la Tari;
– la data di inizio lavori prevista era il 30/03/14, di fine lavori il 30/07/14.
La Tari dimentica che è stata sindaco fino al 2 dicembre 2014: tutte le date sopracitate sono tutte precedenti al suo arresto; i lavori appaltati e consegnati non sono mai iniziati come previsto e dovevano essere già terminati nel lontano luglio 2014!!!!!
– Settembre 2015: la ditta appaltatrice rinuncia ai lavori di riqualificazione;
– Ottobre 2015: viene fatta scorrere la graduatoria ed individuata la seconda ditta, come previsto per legge;
– Ottobre 2015: vengono affidati sotto riserva di legge i lavori in questione;
– Novembre 2015: iniziano i lavori (attualmente, come da progetto, sono iniziate le opere preliminari per poi poter asfaltare)
-22 Dicembre 2015: il direttore dei lavori, con un ordine di servizio, ordina alla ditta di attenersi a determinate condizioni di posa dell’asfalto, per il proseguo dei lavori, date le basse temperature.
Posso capire Cestrone che, pur di attaccare noi, difende Tari (alla quale fino ad oggi si è sempre opposto), però uno sbaglio simile dalla Tari non ce lo aspettavamo ! Sarà che la rabbia politica acceca i ricordi, fatto sta che noi continuiamo nell’opera di pulizia e di buona amministrazione, così come il Prefetto ci ha indicato di fare. Poi, se la minoranza continua a fare dell’ ostruzionismo politico basato su menzogne, noi risponderemo ai cittadini andando a ripercorrere la storia di ogni questione, cosi da evitare queste ‘dimenticanze’ che non fanno bene al paese, rallentando solamente la macchina amministrativa. Rimaniamo tutti con un interrogativo, come mai i lavori non son stati fatti nel 2014? Come mai la ditta appaltatrice ha rinunciato?” ha concluso l’assessore Di Pippo.
11377257_10153392148979198_459556664128167104_n

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru