• Sab. Ott 23rd, 2021

Roccamonfina/Caserta. PD provinciale, Montefusco: "Tra noi facce di c…". Per il sindaco il partito è scollegato dalla realtà

DiThomas Scalera

Gen 28, 2017

Carlo Montefusco sindaco di Roccamonfina

Un video che sta facendo il giro del web quello nel quale il primo cittadino di Roccamonfina Carlo Montefusco non le manda a dire ai vertici del Partito Democratico. Il sindaco del comune vulcanico quotidianamente deve fronteggiare una situazione socioeconomica delicata e conosce bene la realtà nella quale vivono molti suoi concittadini a differenza di un establishment politico ormai sempre più lontano dai bisogni dell’elettorato. E’ questo il significo dello sfogo del sindaco avvenuto ieri nel corso dell’Assemblea del PD a Caserta. Alla presenza del vicesegretario nazionale del Partito Guerini, il sindaco roccano ha sottolineato che mentre si soffre per la disoccupazione giovanile, l’emigrazione di tanti ragazzi costretti ad andare via, un futuro semmpre più incerto, nel partito si pensa ad altro. “Il consiglio che voglio dare ai nostri dirigenti è quello che loro sono chiamati a risolverli i problemi e non a crearli. E’ da un anno è mezzo che faccio politica come sindaco e la difficoltà che trovo è quella di trovare dei dirigenti che si fanno la guerra tra loro e poi noi amministratori ne paghiamo le conseguenze. Prendo spunto da una frase che si è detta in un’assemblea nazionale dove si è detto che ci sono molte facce di c… nel PD, anche Caserta non fa eccezione, anche qui abbiamo diversi dirigenti o pseudo dirigenti che sono delle facce di c…!” queste le parole al vetriolo (mutuate dal noto scontro GiachettiSperanza all’Assemblea nazionale del PD), del primo cittadino di Roccamonfina che hanno lasciato di stucco le tante “correnti” interne al Partito Democratico. Abbiamo intervistato Carlo Montefusco per chiarire la sua esternazione. “La stampa ha un pò esagerato nel gonfiare il senso della mia dichiarazione – afferma Montefuscoma la critica resta certamente valida. Nel PD casertano si pensa più alle lotte intestine che a dare dei segnali forti all’elettorato. Su alcuni fronti come quello della disoccupazione, delle sofferenze sociali, dell’emigrazione ecc. altri partiti come il Movimento Cinquestelle risultano essere più incisivi. Dobbiamo recuperare il terreno occupandoci di queste problematiche che rappresentano la realtà del paese. Oggi i dirigenti politici sono scollegati dalla realtà, non si rendono conto di come vivono le persone”. Insomma Montefusco chiede un cambio di rotta deciso da parte del PD in vista degli imminenti impegni elettorali non solo locali ma soprattutto nazionali (in virtù delle possibili elezioni anticipate). Secondo il sindaco di Roccamonfina il Partito Demmocratico deve inoltre modernizzarsi. “Non è possibile che in una realtà come Roccamonfina riusciamo ad utilizzare al meglio la comunicazione tramite i social network mentre a livello provinciale il partito è all’anno zero. Dobbiamo coinvolgere i giovani, dobbiamo far capire loro cosa stiamo facendo e cosa vogliamo fare e dobbiamo veicolare i nostri messaggi anche attraverso lo strumento della rete e dei social. Oggi non lo stiamo facendo”. Le facce di c… del PD casertano si faranno un esame di coscienza?

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru