Mer. Mag 27th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Roccarainola. Coltivava 20 piante di cannabis nel suo terreno: arrestato pensionato

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

10-11-2016-marijuana-a-km-zero-1-500x298

ROCCARAINOLA. Un 73enne di Roccarainola, in provincia di Napoli, nel suo terreno in località Santa Lucia, accessibile dopo aver lasciato l’auto e percorso una lunga stradina sterrata, aveva realizzato una piantagione di marijuana, un sistema di irrigazione e un laboratorio per l’essiccazione e il confezionamento dello stupefacente.
Innaffiava le piante attingendo l’acqua dal pozzo a cui aveva accesso, poi in un prefabbricato collocato nel fondo aveva allestito un vero e proprio laboratorio: lasciava le piante ad essiccare tra due vecchie reti per materassi, che le trattenevano dal vento e le schiacciavano. Su alcune mensole trovati anche i semi da piantare.
Nel terreno, i carabinieri della stazione di Somma Vesuviana hanno rinvenuto 20 piante di cannabis alte mediamente 1,60 m, per un peso complessivo di 95 kg. In casa c’erano altri 5 chili e mezzo circa di marijuana già confezionata in dosi e un fucile detenuto illegalmente.
I carabinieri hanno tratto in arresto il 73enne pensionato del luogo, già noto alle Forze dell’Ordine\, che risponderà di coltivazione illecita e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e detenzione illegale di arma da sparo.
L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato tradotto ai enne di domiciliari in attesa del rito direttissimo.

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close