Sab. Mag 30th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Roccaromana. Festa di canti, balli e sapori tradizionali, al via la quattordicesima edizione

3 min read
EVENTI IN EVIDENZA

Il progetto è co-finanziato dal POC Campania 2014-2020

ROCCAROMANA. Anche quest’anno il Comune di Roccaromana, con la collaborazione di tutte le associazioni locali, presenta la quattordicesima edizione della Festa di canti, balli e sapori tradizionali nei giorni 7 e 8 dicembre.

A partire dalle ore 19, le principali stradine del paese si apriranno a turisti e visitatori. I locali dell’antico borgo saranno allestiti a vecchie botteghe presso cui sarà possibile ammirare e degustare le specialità culinarie del posto, prodotti tipici caratteristici per la loro genuinità, e del buon vino locale. Verranno rappresentate scene che rievocano i “vecchi mestieri” di Roccaromana ed esposti attrezzi della tradizione contadina ed artigianale, lavorati e prodotti in loco. Il tutto sarà immerso in un’atmosfera particolare, creata dalla sola luce delle torce e dei fuochi nei bracieri, dal propagarsi per le viuzze del centro delle melodie natalizie che accompagnano le nenie e i canti degli zampognari e dei gruppi popolari che cantano e danzano attraversando tutto il paese durante l’intera manifestazione.

Il progetto è co-finanziato dal POC Campania 2014-2020.

La locandina:

Roccaromana

Roccaromana è un comune di 850 abitanti della provincia di Caserta. Il paese è sito ai piedi del Monte Melito (803 m s.l.m.), una delle punte della catena dei Monti Trebulani. Possiede due frazioni, Santa Croce e Statigliano.

La storia di Roccaromana inizia dalla distruzione dell’antica città Saticula (citata già nell’Ab Urbe Condita di Livio e nell’Eneide di Virgilio), oggetto di contesa tra Sanniti e Romani già all’incirca nel 700 a.C. L’esatta ubicazione di tale città è ancora incerta. Con il passare dei secoli rimase solo un pezzo dell’antica città, Il Vicus Statilianus, il quale sovraffollamento costrinse molti dei suoi abitanti a scendere in pianura, per formare dapprima i casali, e poi questi il feudo di Roccaromana, sotto il ducato longobardo di Benevento, nel 700 d.C. Nel 1100 arrivarono i Normanni, i quali costruirono l’omonima Torre, con funzione difensiva, in cima al Monte Castello, sui resti di una precedente longobarda.

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close